Ricerca

» Invia una lettera

In merito alla sosta selvaggia di Varese

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

28 agosto 2011

Gentile redazione,
ho letto le due lettere de di Visconti e Ferro che avete pubblicato ed essendo cittadina della periferia costretta a frequentare Varese, mi sento parte in causa, così, vorrei far notare ai due signori e soprattutto ad uno dei due, che la questione bisognerebbe osservarla da più angolature.Indubbiamente chi abita in centro Varese potrebbe essere infastidito dalle automobili però, chi abita nella periferia o in comuni limitrofi, raggiungere Varese per accedere a Uffici Pubblici, Servizi scolastici e uffici di altro genere incluso il Tribunale e il Comune di Varese, incontra ogni giorno notevoli difficoltà e il tempo che oggi ognuno di noi può dedicare al viaggio e alla ricerca del parcheggio è sempre meno.Se poi si considera che non tutti sono pensionati con un certo tipo di pensione, che esistono anche i disoccupati che frequentano quelle attività private di selezione e ricerca del lavoro e gli studenti che di reddito non ne hanno, la visione cambia.Senza contare il fatto che nel caso in cui si pensasse di utilizzare i mezzi pubblici bisognerebbe organizzarsi molto meticolosamente perché, in alcune zone ad esempio non ci sono mezzi pubblici che le servano e oltre a questo fatto, per chi non usa abitualmente questi mezzi per spostarsi, esiste anche il problema orari, modalità di pagamento del servizio senza contare poi gl’imprevisti come anche i ritardi che sono all’ordine del giorno, per non parlare se ci si va di sera o in periodi di riduzione del servizio.Tornando alle automobili che invadono Varese anche sui marciapiedi (io però, non ne vedo poi così tante), bisognerebbe anche tenere presente che oltre alla mancanza di spazio per parcheggiare, il costo dei parcheggi a pagamento è alquanto elevato soprattutto per chi si ferma in varese per poco tempo e 10/15 minuti possono venirti a costare anche più di 1€.Se invece si ha la necessità di fermarsi in Varese e dovendosi recare in qualche ufficio o negozio, non si sa a priori quale sarà il tempo necessario per ciò che si ha necessità di fare ebbene, si rischia comunque la multa per non aver pagato o si paga in anticipo per due o tre ore il parcheggio così, molti rischiano. Se va bene, hanno risparmiato e se va male, hanno risparmiato lo stesso.Per non parlare poi di quando la macchinetta di “frega” le monetine e tu ti arrabbi non pagando il parcheggio o di quando non ti dà il resto e ti costa anche un post-it o la telefonata per avvisare del guasto perché… ovviamente le aree a zona disco più lungo cioè di minimo 2 ore non te le mettono in zona centro.Motivo per cui, se devi andare da qualche parte con la valigetta, il pc o peggio, le borse della spesa e parcheggiare fuori Varese sei costretto a munirti di carrellino o biciletta o altro mezzo aumentando il costo del viaggio e il tempo perché, invece che con la macchina o con il pulman (se ce l’hai) o con il treno ( se ce l’hai) a Varese teoricamente dovresti arrivare con il camion parcheggiando in periferia occupando .. direi ben più di un posto auto.Infine, vi siete tutti guardati intorno? Varese è un cantiere, la ferrovia è un cantiere e,, i posti auto che non c’erano già da prima adesso sono persino di meno, motivo per cui giusto pretendere il rispetto delle regole però, secondo me bisognerebbe guardare a quale è la reale situazione e pensare che non tutti hanno il portafoglio a “fisarmonica”,.
Saluti

Clelia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.