Ricerca

» Invia una lettera

In morte della Fallaci

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

16 settembre 2006

Per noi la morte di Oriana Fallaci significa la perdita di una persona che con coraggio si era battuta sempre e comunque per gli ideali di libertà e di giustizia.
La nostra Associazione la vuole ricordare riportando testualmente un passo dell’appello inviato al Presidente della Repubblica del momento, Carlo Azeglio Ciampi, per sostenere la nomina della Fallaci a “Senatore a vita”.
Appello sottoscritto da tanti ma rimasto purtroppo inascoltato.
< ....è l’eccellente giornalista e scrittrice, conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo: Oriana Fallaci, le cui battaglie per la libertà ancora si odono perché scuotono le coscienze delle persone. Come molti hanno sostenuto, la Fallaci avrebbe avuto il merito di portare in Senato l’esperienza di una donna che ha affrontato a viso aperto i personaggi “potenti” della Storia contemporanea e che ha speso gran parte della sua vita ad indagare la verità per farla conoscere alla gente. Una persona che, comunque la si voglia giudicare, ha sempre pagato di persona per le scelte fatte nel parlare di libertà in ogni angolo di mondo.>
Con la sua scomparsa abbiamo perso una paladina delle comuni battaglie per la difesa delle nostre radici giudaico–cristiane, dei nostri valori, della nostra società, ma il suo esempio sarà di sprone per tutti noi per un rinnovato e ancor più puntuale impegno su questi temi.

Rossano Belloni
Presidente Associazione Italia Israele Varese – Alto Milanese

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.