Ricerca

» Invia una lettera

In risposta a chi critica i vigili

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

25 aprile 2009

Buongiorno,
Innanzi tutto complimenti al Direttore ed alla Redazione per la gestione del Sito e di questa rubrica , divenuti oramai la fonte di informazione più affidabile per i cittadini di Varese.
Con questa non voglio certo polemizzare con la signora della lettera in oggetto , però leggendo attentamente ho notato che alcune affermazioni fanno davvero a pugni fra loro..
 
 "oggi 24/04/09 sono andata come tutti i pomeriggi a prendere la mia piccola alla scuola dell’infanzia e come sempre ho parcheggiato sul marciapiede antistante la scuola lasciando lo spazio per far passare comunque i pedoni"
 
- La signora qui ammette che è una consuetudine utilizzare il marciapiede come posteggio lasciando spazio per far passare i pedoni … ma io mi domando.. un altra mamma con relativo figlio/a per mano? o un casuale invalido con la carrozzina o una neo mamma con il passeggino sarebbero riusciti a passare? La signora ci ha pensato? Mi viene in mente un vecchio detto che recita "la propria libertà finisce quando si va ad intaccare quella degli altri.." forse è il caso di citarlo?
 
"…ed ho trovato una zelante agente della polizia locale intenta a farmi la contravvenzione in quanto ostacolavo il passaggio con la mia auto. ……lo so anche io che i marciapiedi sono per i pedoni ma oltre alle battute potete fare 2 passi a piedi…ci spieghino…10 minuti necessari per entrare a scuola a prendere un bambino e ripartire forse dico forse ci vorrebbe un po’ di tolleranza visto che le auto pieghevoli e tascabili per ora non esistono…..io non ho nessuna intenzione di pagare questa multa perchè non ci sono alternative NOI GENITORI DOVE POSSIAMO PARCHEGGIARE per la sicurezza dei nostri figli????"
 
- Allora è chiaro che l’ auto lasciata per i canonici 10 minuti rompeva le scatole a qualcuno … è quindi la vigilessa ad essere zelante o come al solito si pretende di avere solo diritti e alcun dovere … eh si così proprio sembra … si invoca tolleranza per se stessi ma si punta il dito contro gli altri pretendendo massima severità per gli altri.. per quanto ne sappia io il posteggio del cimitero è ampio e dalla scuola se non erro dista giusto un paio di minuti a piedi.. vedendo la bella stagione e le giornate tiepide magari anche due passi sono piacevoli da fare per tutti (specie per i bambini che dopo una giornata seduti tra 4 mura gradiscono sgranchirsi un po le gambe e respirare aria fresca)e per evitare tra l’ altro di rompere l’anima a qualcuno come dicevo poco sopra..
Mi piacerebbe far notare alla Signora che parcheggiare sul marciapiede può magari tutelare la sicurezza della propria figlia, ma mettere a rischio quella degli altri bimbi che devono camminare in mezzo alla strada per evitare le macchine sui marciapiedi..(?!?) Quindi la sicurezza dov’è?.. mah..
Anche il discorso di non voler pagare la multa dice molto.. il mio consiglio è di assumersi le proprie responsabilità e pagare dato che si è sbagliato sapendo di farlo dando così un esempio a tutti in primis ai bambini , dato che oramai assumersi le proprie responsabilità è un valore in via di estinzione…
 
"…alle zelanti vigilesse che 10 minuti dopo avermi multato erano chissà come mai davanti il mio cancello a fare salotto (in semicurva) con un’altra auto chiedo se si sono automultate (ho le foto che dimostrano il loro intralcio al traffico)…"
 
- Concludo su questa frase ricordando alla signora che quelle automobili bianche con le strisce verdi equivalgono a quelle blu con le strisce bianche e a quelle nere con le strisce rosse.. son veicoli di polizia e il "fare salotto" può significare che l’altra auto può essere stata fermata nella posizione ritenuta più consona per i più svariati motivi ( dal CdS al Codice Penale)…il fatto di aver fotografato la pattuglia a parte un comportamento inutile…secondo me dimostra di come far a cercare la pagliuzza per nascondere la propria trave..  
 
Rinnovo il Saluto al Direttore alla Redazione ed ai Lettori.
 
 
 
A.C.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.