Ricerca

» Invia una lettera

Invasioni barbariche

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

19 settembre 2011

Caro direttore,
sono nuovi barbari.
Vengono dalla padania, vestono di verde, parlano una strana lingua accompagnata da strani gesti, viaggiano in auto blu seguite da file di scorta, s’accampano in palazzi e ville preferibilmente d’alto lignaggio, ultima quella di Monza,vivono alla grande attingendo a piene mani nelle risorse d’Italia, di cui oltraggiano simboli, identità, storia.
Credono in due divinità, nel dio Po e nel dio di Arcore.
Al dio Po dedicano ogni anno il rito dell’ampolla. Le gocce d’acqua rilevate alla fonte e trasportate con mezzi veloci alla foce, in contrasto con il lento corso del fiume, vengono irrorate sulla testa di alcuni, tra i presenti alla cerimonia nella laguna veneta, predestinati da misteriose liturgie. 
Soltanto al loro capo, le cui apparizioni salutano al grido di “libertà, libertà”, è affidato il compito di ascoltare e ordinare l’attuazione della volontà suprema dell’altra divinità prevista nella fede leghista, il dio di Arcore.
Cordiali saluti                                                       
Maria Pellegatta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.