Ricerca

» Invia una lettera

Io a militare ho lavorato

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

31 agosto 2011

Egregio Direttore, vorrei esprimere tutta la mia disapprovazione e indignazione, riguardo agli ultimi provvedimenti pensionistici di questo governo.
Voglio gridare agli immorali ideatori della legge che toglie il servizio militare dal computo della pensione e ai loro complici “VERGOGNATEVI”.
Io ho prestato servizio militare per 12 mesi, i miei genitori con enormi sacrifici (siamo negli anni 70) mi fecero studiare fino ad ottenere un diploma, quindi potevo lavorare e risollevare economicamente la famiglia, ma lo stato mi obbligò a prestare il servizio militare, ma a titolo gratuito.
Il servizio militare non era un luogo di vacanza e nemmeno si poteva scegliere le attività da svolgere, se si sbagliava si andava direttamente in cella di rigore da un momento all’altro.
Sono stato costretto a fare marce senza motivo, vestito con mimetica sotto il sole di luglio.
Fare la guardia d’estate in zone umide e piene di zanzare ed insetti di ogni tipo.
Fare la guardia d’inverno con temperature sotto-zero.
Svolgere servizi di ogni genere e poi pulire le latrine, le pentole, i piatti.
Fare il militare in quel periodo (esclusi gli imboscati) significava per molti, anche svolgere un mestiere giornalmente, per tutti i 12 mesi, cuoco, autista, fabbro, impiegato, elettricista, senza prendere una lira.
In quel periodo ero al 3º Battaglione trasmissioni “Spluga”, stanziato a Milano, in qualità di perito in telecomunicazioni, ero impiegato in un laboratorio della caserma e riparavo le radio militari.
Svolgevo questo compito come un normale tecnico specializzato, con un normale orario di lavoro.
Alla luce di quanto ho esposto, mi si può dire “era tuo dovere”, bene era il mio dovere, ma nessuno si permetta di dire che ero in vacanza io ho lavorato, che mi si paghino i contributi.
Oggi il governo ha deciso che tutti coloro che hanno prestato servizio militare erano in vacanza.
Avrete da me il più totale disprezzo.
Grazie per l’attenzione.
Felice Ferrazza - Gallarate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.