Ricerca

» Invia una lettera

“Io per le urgenze vado al ps di Varese”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

4 aprile 2007

Buongiorno,
ho letto per caso l’articolo del signore che, preoccupato giustamente per la salute del figlio, ha dovuto attendere ore prima di ricevere una prognosi. Solitamente mi limito a leggere gli articoli di VareseNews, che ritengo sempre molto interessanti, senza aver mai interferito con la
mia opinione. Stavolta non voglio tralasciarla. A quanto pare, preso esattamente dal vostro articolo,
Cosa? Forse hanno tralasciato di dire che quel frangente purtroppo dura da sempre e non posso credere che mai nessuno abbia segnalato questa disfunzione!
Ho avuto anch’io bisogno di recarmi al Pronto Soccorso di Cittiglio (fortunatamente come accompagnatrice) più di una volta, per poi dover aspettare ore per essere ricevuti da un medico e senza che ci venisse chiesto qual’era l’urgenza e, soprattutto, senza che ci fosse altra gente!!
A questo punto non credo ormai che possano cambiare le cose. Io, personalmente, ho smesso di recarmi a Cittiglio (nonostante io abiti lì vicino) e preferisco di gran lunga correre al Pronto Soccorso di Varese, più lontano e sempre pieno di gente, ma con personale forse più attento
alle necessità di un paziente.

Elena la Cognata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.