Ricerca

» Invia una lettera

Irpef a Cazzago: aumento necessario

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

13 ottobre 2007

Egregio Direttore,
leggo oggi la lettera del Signor Pino Donà che giova riportare per intero:

“Ho appreso con curiosità gli aumenti delle aliquote IRPEF comunali da parte dei sindaci della Lega Nord. Su 199 sindaci della Lega Nord solo uno, in provincia di Cuneo, ha abbassato le aliquote comunali. Un esempio su tutti, a Cazzago Brabbia l’aliquota Irpef comunale è passata dallo 0,1 addirittura allo 0,7.
Beh devo ammettere che da un lato non mi stupisco della furbata di aver aumentato, mediamente del doppio, il tributo locale: così sono riusciti a dimostrare che la pressione fiscale è aumentata a carico dei lavoratori!
Penso che questi sindaci che amministrano i comuni debbano farsi un bell’esame di coscienza, visto che poi sono quelli che minacciano di imbracciare i fucili per liberare la loro terra dall’oppressione fiscale!
Purtroppo, il vecchio detto del chi predica bene ma razzola male, in questo caso calza a pennello…”

Vorrei dunque fare qualche piccola osservazione riguardo quanto mi compete.
Innanzitutto il Signor Donà, a mio parere pecca (male comune italiano) di superficialità, in quanto riporta un semplice dato (l’aumento dell’addizionale) senza chiedersi neppure se esistano delle motivazioni serie che hanno portato a questo risultato. Ma si sa, fare sterili polemiche a mezzo stampa per ottenere il facile plauso di qualche lettore è più semplice che approfondire e analizzare i problemi.
Come ampiamente argomentato ai miei cittadini nell’ultimo numero dell’informatore comunale tale aumento è stato reso necessario da una serie di concause tra cui una serie di minori entrate e contestuali maggiori uscite tra le quali spicca l’aumento eccezionale della spesa sociale a carico di questo Comune. Sarebbe bastata una semplice telefonata in comune al sottoscritto e il Sig. Donà avrebbe avuto tutte le spiegazioni del caso.
In secondo luogo non sono certo uno di quelli che minacciano di imbracciare i fucili perché preferisco argomentare a parole le mie ragioni non soffermandomi su semplici dati, ma cercando di analizzare le motivazioni che stanno dietro di essi.
Non credo neppure che debba farmi un esame di coscienza, ne tantomeno ritengo di predicare bene e razzolare male. Per far quadrare il bilancio preventivo del 2007 sono stato addirittura costretto a tagliare un servizio essenziale come la pulizia delle strade e lo svuotamento dei cestini che pesava per circa 20.000 euro annui. E sa il Signor Donà quale soluzione alternativa ho trovato? Mi occupo personalmente (ora anche insieme a un lavoratore socialmente utile che da 3 mesi è stato assegnato a Cazzago) della pulizia del paese durante i weekend e i miei giorni di ferie, quando in teoria avrei il diritto di riposarmi dopo il lavoro. Forse è questa la differenza tra chi preferisce le parole e chi invece punta decisamente sui fatti.
Vorrei dunque lanciare una simpatica proposta al Sig. Donà. Anzichè perdere tempo a scrivere lettere ai giornali senza approfondire gli argomenti trattati perché non viene a darmi una mano?
Stamattina (Sabato 13 ottobre) ho ancora un po’ di lavoretti da fare qui in Comune e un aiuto sarebbe senz’altro gradito. Così magari, dopo avere “predicato” male” tramite la sua lettera a Varesenews, potrebbe invece “razzolare bene”.

Cordiali saluti

Massimo Nicora - Sindaco di Cazzago Brabbia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.