Ricerca

» Invia una lettera

Italia: una vergogna su tutta la linea

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

14 dicembre 2009

Donne violentate; pensionati che si trasferiscono fuori città per avvicinarsi ai nipoti che devono seguire; malati che i parenti vogliono giustamente curare a casa e che non hanno alcun sostegno da comune provincia, stato; lavoro precario; 40enni che non riescono più ad inserirsi in un nuovo lavoro a fronte di altri, con posto fisso, che, dopo aver timbrato il cartellino escono e vanno a fare il loro comodo; visite urgenti in ospedali  date a scadenza di mesi; operazioni sbagliate; ubriachi che uccidono giovani e vivono a piede libero; assassini che, grazie alle amnistie, incrociano per strada i parenti degli uccisi; politica di odio che distrugge senza costruire; discussioni sulla liceità o meno dei crocifissi nelle aule pubbliche; programmi televisivi dove più ci si insulta più si ottiene audience; droga che circola fuori dalle scuole, bullismo, maleducazione, e chi ne ha più ne metta… per arrivare a chi inneggia al ferimento di Berlusconi….
VERGOGNA!!! VERGOGNA!!!!! VERGOGNA!!!! Questa Italia di destra, sinistra, centro mi fa vomitare. Non ci sono più valori.
Silvia Longhi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.