Ricerca

» Invia una lettera

L’abbonamento bisogna averlo con sè

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

1 novembre 2012

Buongiorno, in merito a quanto scritto dalla signora Taloni, vorrei segnalare che ci sono parecchie imprecisioni, e che probabilmente, prima di scrivere ai giornali e sparar fango sulle Autolinee Varesine, la signora dovrebbe verificare l’onestà di sua figlia. Mi spiego.
Se un passeggero lascia a casa l’ABBONAMENTO sia esso settimanale o mensile, incorre in una sanzione di 15 € , (esattamente quando le forze dell’ordine ci fermano senza patente perchè ce la siamo dimenticata a casa, solo che in questo caso l’importo della sanzione previsto dal codice della strada va da 36 a 148 euro, ovviamente con l’obbligo, come nel caso dell’abbonamento, di portarla in visione presso l’organo di pubblica sicurezza che ha comminato la sanzione.)e non 126 € come dice la signora. Infatti, i 126 euro equivalgono al verbale che viene spedito a casa di chi commette l’infrazione, solo dopo 60 giorni dalla data del rilevamento, se non ci si presenta a pagare i quindici euro sopra menzionati. Quindi, mi viene da dire alla signora: sua figlia in 2 mesi non le ha detto di aver preso una multa sul bus? O probabilmente, visto che parla di un biglietto di 2.15€ sua figlia l`abbonamento non ce l’aveva proprio e non aveva nemmeno il biglietto da 2.15€?????. Anche nel secondo caso comunque, per i primi 60 giorni la multa si puó pagare in misura ridotta (35€) e solo dopo parte il verbale da 126 euro.
Ritengo inoltre abbastanza comico il commento che la signora fa in merito alla crisi economica rapportata all’importo delle sanzioni; proprio in questi giorni i telegiornali ci stanno dicendo che dal primo di gennaio le multe relative al codice della strada subiranno un aumento del 4 %, mentre vorrei ricordare a tutti i lettori che la legge regionale competente in materia di trasporto pubblico, ad aprile passato ha diminuito le sanzioni per le quali è previsto il pagamento in misura ridotta ( i famosi 35€ di prima che fino ad allora erano 40.). Certo è, che come il buon senso suggerisce, se tento di fare il furbo e viaggiare sul bus in modo gratuito o senza abbonamento al seguito, poi non devo piangere se il controllore mi fa la multa. É cosi da quando esistono gli autobus e i treni cara signora, non è una novitá introdotta dalla Spending Review…
Sul bus, come sulla strada, il viaggiatore ha l’OBBLIGO di salire con regolare titolo di viaggio (o di abilitazione alla guida nel caso della patente). Se non lo si ha con se si rischia…qualche volta va bene, qualche altra meno.

Gianluca Ribolzi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.