Ricerca

» Invia una lettera

L’esodo “sussidiato”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

30 aprile 2009

Caro direttore,

La presidente Tomasina  ha chiuso la sua denuncia colpendo il bersaglio: la scuola privata. Il trattamento privilegiato che il Governo le riserva è sempre più palese e la stessa controriforma Gelmini sottende l’obiettivo di debilitare la scuola pubblica per rendere ineluttabile l’esodo verso quella privata. A facilitare il passaggio ci si mette poi qualche regione, come la Lombardia, che  con i "buoniscuola" stimola le famiglie a rivolgersi alle scuole private.
Così viene realizzata la sussidiarietà di marca ciellina:assicurarsi risorse pubbliche, bypassate dalle famiglie, per erogare un servizio privato a sussidio di quello pubblico opportunamente debilitato nel frattempo.
A proposito di "sussidiarietà" ho scoperto che questo lemma è sconosciuto all Zingarelli edizione 1983 e pertanto ho una ragione storico linguistica per rifiutare l’affermazione che la sussidiarietà è un valore costituzionale; l’ho sentita in televisione e ricordo anche il viso concitato di chi l’ha fatta.Ma forse sognavo. 
         

Nino Cattaneo Gallarate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.