Ricerca

» Invia una lettera

L’Italia degli orticelli

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

27 agosto 2011

Buonasera,

l’Italia degli orticelli si muove decisamente e con rabbia.

Gli italiani da 17 anni affidano le sorti del paese (una volta chiamato stato) alle false promesse, agli inganni e al cattivo esempio e lo fanno sin dal primo momento con convinzione e persino con molto orgoglio.
Le false promesse oggi si stanno palesando come l’esatto contrario di quel che ne rappresentava il contenuto e sono divenute un colossale globale inganno ed il cattivo esempio condisce il quadretto in maniera abbastanza inequivocabile.
Tutto questo potrebbe ancora essere giustificato e superato dagli italiani di cui sopra (che per fortuna non sono proprio tutti) se non fosse che da un pò di tempo anche il loro "orticello" inizia pesantemente a vacillare e ad essere messo in discussione.
E si sa bene quanto l’italiano medio dia importanza esclusivamente al proprio orticello…insomma tutto bene se tutto il male capita agli altri, ma guai se tocca proprio a se stessi.
Ed ecco che oggi, proprio in mezzo alla tempesta che con nemmeno troppa lungimiranza si poteva anche prevedere diversi anni fa, puntualmente arrivano le leggine e le decisioni che tanto non piacciono e che toccano gli orticelli degli ex fedelissimi.
Decisioni oggi anche non del tutto fuori luogo ma che dagli "ortocultori" vengono decisamente criminalizzate.
Il baratro è vicino ma nessuno è disposto a privarsi di nulla…e cambia bandiera ogni volta che qualcuno tocca il proprio orticello.
La provincia di Varese è quella dove esistono 3 comuni nel raggio di 10 km di strada che contano tutti insieme circa 9000 abitanti (un solo esempio il trittico Lavena Ponte Tresa – Brusimpiano – Porto Ceresio)…ma è anche la patria/feudo della Lega contro la Roma ladrona (che oggi parla la lingua padana). Ma nessuno tocchi l’orticello però…altrimenti si cambia bandiera.
Gli sprechi e i relativi tagli sono sempre qualcosa che deve riguardare gli altri…i sacrifici anche. Sia chiaro.
Sia mai che riguardino nemmeno una volta se stessi…non è giusto e nel caso si cambia colore.

Cara Italia sull’orlo del baratro…quanti orticelli ti tocca di curare e mentre tu affoghi coloro che ti calpestano continuano a giocare a scaricarsi il barile ed immancabilmente ad affidare i sacrifici al prossimo…che non è mai identificabile.
Tre comuni dove anche uno solo sarebbe forse troppo…non è uno spreco. No.
Gli orticelli non sono mai uno spreco.
E allora tutti nella città eterna contro la Roma ladrona e che gli sprechi (propri) siano eterni…fino alla fine del baratro.

Lettera firmata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.