Ricerca

» Invia una lettera

La causa siamo tutti noi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

11 aprile 2007

Caro Direttore,
lascia veramente senza fiato veder campeggiare ogni giorno sulle vostre pagine e non solo, notizie di incidenti stradali che privano della vita giovani e meno giovani.
Si vendono moto che vanno a trecento all’ora mentre il limite massimo è di 130 Km/h in autostrada. Le strade sono pericolose e maltenute e se si richiede al comune di installare dei dossi su una via dove gli automobilisti vanno troppo forte, ci si sente rispondere di no “perchè su quel tratto non sono successi incidenti”.
Si potrebbe andare avanti per ore adducendo motivazioni. Ma credo che, in fondo, la causa siamo tutti noi.
Dobbiamo cambiare la testa, la mentalità, la nostra attenzione verso la vita stessa.
Se i giganti dell’economia vendono macchine e moto di potenza inaudita e che inquinano dieci volte tanto, possiamo decidere di non comprarle.
Possiamo decidere di andare piano, di rispettare le regole, di pensare che la felicità nella vita non la si raggiunge a duecento all’ora su una SUV così alta che, se sfiora un pedone, lo centra agli organi vitali e lo ammazza. E che comunque inquina troppo nonostante
le pubblicità sostengano il contrario.
Occorre uno sforzo e una rinuncia.
Occorre insegnare nelle scuole l’educazione stradale come succede in altri stati del nord.
Occorre una città dove la domenica si possa girare senza le auto per sentire il profumo della primavera e non la puzza di benzina.
Occorrono progetti a lungo termine che non sfumino nello spazio di una legislatura.
Occorrono delle alternative alla velocità, ai miti dell’automobilismo e del motociclismo, dello status-symbol, del benessere economico.

Mi piacerebbe molto vedere sulle pagine seguitissime di Varesenews una regolare campagna per la sicurezza stradale sperando che possa sostituire sempre più le tragiche notizie degli incidenti.

Claudio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.