Ricerca

» Invia una lettera

La “discarica” dell’IPC Falcone

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

21 aprile 2011

Egregio direttore,
come molti Gallaratesi, percorro spesso a piedi, per raggiungere la stazione o il centro cittadino, via Matteotti, sede anche del prestigioso Polo Scolastico IPC Falcone, che si diceva, alla “posa della prima pietra”, “scuola all’avanguardia dal punto di vista tecnologico costruita in un’ex area industriale nel bel mezzo della città”. Ci si vantava come “nella costruzione si terrà conto di tutti i dettami della bioarchitettura, del risparmio energetico e del recupero di energia, con pannelli solari e fotovoltaici, una moderna centralina a cogenerazione, materiali biocompatibili”. Si parlava di una "scuola intelligente", nuova e moderna, “esempio d’avanguardia per qualità, innovazione tecnologica, polifunzionalità e risorse”. E ancora “È la più grande opera realizzata da sempre a Gallarate, in campo scolastico e non solo. – diceva Nicola Mucci – Qui si dovrà fare il futuro della città attraverso un’istruzione di prim’ordine per i ragazzi”.
Poveri ragazzi, quelli a cui vengono proposti istruzione, formazione e tali esempi … di INCAPACITA’ PROGETTUALE, INCURIA e INCIVILTA’.
Sembra un’esagerazione?
Invito tutti i Gallaratesi (e non) a passare dopo le 19.00 lungo i marciapiedi di via Matteotti che costeggiano l’IPC Falcone.
Avrete un’”emozionante” incontro con ogni sorta di spazzatura, ben differenziata dagli studenti e dal personale, ma pur sempre spazzatura a ingombrare l’intero percorso.
Una serie cartoni accatastati, una dozzina di sacchi per la raccolta della plastica, una ventina di sacchi per la raccolta del secco, diversi bidoni per l’umido, … .
E non si pensi sia colpa dei ragazzi che “producono” troppi rifiuti. Ci mancherebbe!
Il problema si propone per il fatto di NON AVERE PREVISTO un locale o uno spazio esterno, una piattaforma coperta, una “rientranza” della recinzione presso cui depositare i rifiuti in attesa di essere sgomberati e raccolti, esattamente come accade per i condomini.
Vi assicuro che “la discarica del Polo Scolastico” non è affatto un bello spettacolo, così a ridosso della splendida fontana di piazza San Lorenzo e al centro città.
Eppoi non passa anche da lì la funzione educativa e di esempio civile ai ragazzi futuri adulti e cittadini?

Gianluca Matteo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.