Ricerca

» Invia una lettera

La fatica della gestione della sicurezza del benessere

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

9 aprile 2009

Gentile signor direttore,
in ogni tempo ci sarà qualcuno che lucrerà sulla disgrazia degli altri  facendo pagare spese bancarie o autostradali, o qualcuno che si parerà  dietro a posizioni religiose e magari parlerà spontaneamente cercando la  motivazione dell’accaduto, o qualcuno che approfitterà delle disgrazie e
delle posizioni (o esternazioni) degli altri per polemizzare con la  religione.
Tante volte la cronaca fa tanto male da essere insopportabile e  inspiegabile, e ci illudiamo che quando sarà spiegabile sarà  sopportabile; non è così, ma dagli errori veniamo obbligati a imparare,
intanto cerchiamo di capire.
La fatica della gestione esaustiva della sicurezza del benessere generale di lunga durata è necessaria, e non la possono fare i privati,  deve essere prevista nell’investimento iniziale della collettività
mondiale, deve essere inclusa nella necessaria ricerca scientifica.
Il dolore generato dalla situazione è tanto. Per affrontare un dolore molto grande o comunque uno sforzo muscolare  molto grande, l’organismo scatena una scarica di adrenalina per  aumentare la tensione nervosa: nei cittadini che assistono impotenti alla cronaca abituale di tutti i giorni, e in particolare alla cronaca  sismica, c’è la possibilità di avere manifestazioni di rabbia nei  confronti di qualcuno che non si sa, e alcuni sfogano tale rabbia verso  l’Onnipotente che invece di lasciarci la totale libertà responsabilità  della nostra esistenza avrebbe potuto tenerci al sicuro in una gabbia d’oro.
Solo quando sarà passato abbastanza tempo riusciremo a vedere la  situazione da fuori con il giusto distacco.
Adesso il dolore è giustificato.
Cordiali saluti

Carlo Cattorini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.