Ricerca

» Invia una lettera

La fine di un “sogno” amministrativo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

29 novembre 2012

Finalmente pensavo ingenuamente, i nostri  amministratori di Casciago, sono riusciti a sorprenderci, finalmente hanno fatto sentire il peso del comune più grosso e sono riuscita  far sedere attorno ad un tavolo  gli altri 3 sindaci dei comuni vicini per creare una gestione associata  di un servizio a 4 efficiente.

Magari sarà così, anzi conoscendo la professionalità degli agenti di Polizia locale probabilmente lo sarà, ma certamente  per l’ennesima volta Casciago è uscita con le ossa rotte da questa convenzione, per l’ennesima volta saremo chiamati a sottoscrivere  una convenzione capestro dove i benefici immediati sono per gli altri,  le spese certe e subito per Casciago e  i vantaggi solo ipotetici.

Infatti con questa convenzione si è riusciti a riproporre in peggio, secondo la mia modesta opinione, quella stesso convenzione già attuata anni fa con cui venne creato l’Ufficio Unico di Polizia Locale.

Dicevo in peggio perché se anche allora Casciago doveva sopportare un peso economico notevole alno allora la convezione imponeva agli agenti di P.L. di effettuare una percentuale rilevante dei servizi sul territorio di Casciago.

Di questo oggi non c’è traccia.

Ci sono ben presenti gli oneri economici in capo al nostro comune che dovrà corrispondere un ¼ delle indennità di un responsabile del servizio, di ¼ dell’indennità aggiuntiva di un agente coordinatore ( ragioniamo di 4 agenti in tutto)  di ¼ di almeno 12 ore dello stipendio di un amministrativo da di distaccare a Barasso che rimarrà comune capo convenzione, oltre a quota di un fondo perequativo che, mi pare di intendere, ammonta per Casciago a 6.500,00

Considerando che le spese di gestione della sede dell’ufficio di Barasso verranno poste a carico di Casciago in proporzione al numero di abitanti, quelle stesse spese che Casciago ha già debitamente sostenuto per la ristrutturazione dell’Ufficio in tempi risalenti.

Così per ricordare che il disciolto Ufficio unico deva ancora  a Casciago le quote di competenza del patrimonio acquistato anche con i fondi di Casciago.

Mi auguro che nelle convenzione di Protezione civile in approvazione la stessa sera, sia prevista a carico di Comerio una quota parte delle spese della sede di protezione civile di Casciago.

Posso solo  augurarmi che finalmente il sindaco Maroni non si dovrà più occupare delle  sparizione dei gatti ma potrà contare su un servizio di polizia locale efficiente, visto il prezzo che paghiamo!

Mi scuso per lo sfogo dettato dal cuore e dalla passione, ma vedere così mal realizzato un sogno per il quale ho speso tempo e energie non può che farmi male.

Saluti

Andrea Zanotti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.