Ricerca

» Invia una lettera

La Lega e il dialetto

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

1 ottobre 2007

Cara Varesenews,

consentimi di non essere d’ accordo con il signor C.G. che nella sua lettera disconosce l’ insegnamento del dialetto a scuola citando l’ amministrazione di Cagliari.

Più ancora non sono d’ accordo quando si fa un’ associazione Lega-dialetto, come se l’ azione leghista avesse davvero una valenza culturale.

Il dialetto è una grande ricchezza nei paesi e nelle regioni dove viene valorizzato, ha un enorme valore culturale perchè rappresenta, in forma di suono – armonico e molto spesso onomatopeico – il legame tra le persone e la propria terra, tra l’ uomo e la sua natura. La Lega con questi valori non ha nulla a che vedere; si tratta di un movimento che nelle parole e con i fatti esercita una pressione disarticolante sulle istituzioni, per fini egoistici e deleteri persino nei confronti di coloro i quali – secondo i leghisti – dovrebbero trarre vantaggio dalla politica ignorante e guerrafondaia di Bossi. Gli alleati del Senatur minimizzato, ma lui è sempre pronto a rilanciare, dimostrando un’ assoluta malafede.

Il dialetto non ha nulla da spartire con chi odia i propri simili, cerchiamo dunque di non creare nelle nostre menti associazioni che ci distolgono dalla natura del tutto maligna di questo partito .

Io credo che l’ Italia non abbia mai conosciuto niente di peggio: basti pensare che in questa provincia ci sono amministratori che fanno la faccia da moderati, ma non si dissociano assolutamente dalle chiamate alle armi di Bossi.

Si tratta di parole, fatti e comportamenti di inaudita gravità. Io penso che con questa gente non si debba neppure dialogare: vanno isolati nelle loro becere posizioni, e basta.

Antonio di Biase

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.