Ricerca

» Invia una lettera

La mancata discussione nel sindacato

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

16 novembre 2008

Caro direttore,
ha ragione il sig. Eberli, nella vicenda sindacale stupisce tra le altre cose l’opacità, in non detto. Non parlo delle cene segrete (che, come dice Epifani, non sono neanche un inedito), dico della mancanza di una discussione pubblica sulle cose.
Faccio due o tre di esempi:
Quanto costa o quanto ci guadagnano i lavoratori, soprattutto in questa fase recessiva, dalla riforma del salario proposta da Confindustria?
E’ possibile accettare senza batter ciglio il niet di Tremonti alla richiesta di restituire in tredicesima almeno un po’ dei soldi presi dall’inflazione?
Vale la pena o no “andare a vedere” le aperture sull’Università dopo che il Governo ha fatto parziali marce indietro?
Non è detto, anzi è scontato, che le ragioni stiano tutte da una parte e i torti dall’altra, ed è proprio per questo che sarebbe utile una discussione pubblica e trasparente: nel merito. Tra l’altro (come in tutte le famiglie) finchè si discute è buon segno, significa che si può e si vuole ancora stare insieme.
Sarà buonista e semplice ma è l’unico consiglio costruttivo che riesco a dare.

saluti cordiali

Roberto Caielli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.