Ricerca

» Invia una lettera

La minoranza allunga la vita ai bisuschiesi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

2 dicembre 2009

Se è vero che il riso fa buon sangue, che una risata allunga la vita, allora è vero che le risate provocate dagli interventi della minoranza in Consiglio comunale allungano la vita. Archiviate le facezie sulla campagna elettorale (erano loro ad insultare ma davano la colpa a noi!), messo da parte il ricorso fallito (pensavano che un voto non attribuito potesse cambiare tutto, mentre i voti di differenza erano quattro), dopo aver detto nel primo Consiglio che avevamo fatto male a chiedere contributi alla Provincia senza aver chiesto preventivamente il loro appoggio (mentre la Provincia ha risposto senza curarsi delle posizioni della minoranza bisuschiese), ora accusano “Pisani e i suoi” di giochini di bassa lega: cosa sono invece quelli fatti da loro? La Provincia di Varese ha concesso un contributo di 70.000 euro per la realizzazione della rotonda da realizzare a nord del paese. Ma i componenti della minoranza arrivati in Consiglio comunale non sapevano dell’esistenza del contributo provinciale, dimostrando così di non avere un legame neppure con i loro stessi partiti; eppure si sono subito dichiarati promotori di questo “dono”. Hanno addirittura sbandierato questa loro convinzione con un comunicato ripreso dalla stampa. A ulteriore dimostrazione della loro estraneità all’operazione, chiedono di dilazionare i lavori: la concessione del contributo è invece subordinata alla conclusione dei lavori entro l’anno prossimo! Comprendiamo che a loro risulti difficile fare l’opposizione, che si trovino disorientati e che cerchino di aggrapparsi al treno in corsa.
La verità è che questi signori vogliono in tutti i modi fare brutta figura: dicono che la Provincia, essendo amministrata da partiti a loro vicini, non avrebbe mai concesso contributi ad una amministrazione “avversaria” senza il loro appoggio. Non si accorgono di prefigurare un sistema basato sui favoritismi? Così però non è, perché la Provincia di Varese, rispettando la scelta democratica dei cittadini, accorda aiuti e collaborazione a tutto il territorio.
Come si fa a non rilevare che, dopo averla approvata quando erano in maggioranza nella scorsa amministrazione, la rotonda è un’opera che la minoranza non avrebbe voluto: non capire che la sua realizzazione, insieme al “fagiolo” all’incrocio tra via Roma e via Rimembranze e i due semafori che verranno posti all’altezza di via Porta e via Machiavelli, sono gli interventi necessari e urgenti, volti a garantire la sicurezza sulla strada statale che attraversa Bisuschio. Sbandierare la “sicurezza” solo per riempire il programma elettorale, non far nulla e vederla come l’ultimo dei problemi, è la dimostrazione che la minoranza è lontana dalla realtà del paese.
Inoltre continuano a essere diffuse maldicenze e falsità su di noi: per esempio si fa cenno a dei referenti politici che noi ameremmo tenere nascosti ma che sono ben presenti. I nostri referenti sono ben presenti e sono i bisuschiesi che ci hanno votato e anche quelli che non lo hanno fatto ma che ogni giorno di più ci esprimono la loro stima. Tra questi “referenti” non si dimentichino che ci sono moltissimi elettori di PDL e Lega che hanno scelto quei partiti nelle elezioni europee (ed erano già scattati i festeggiamenti…) mentre nelle elezioni comunali hanno scelto la nostra lista “In Comune per il Comune” aderendo al programma e alle intenzioni espresse e, già in parte, messe in atto.
Amministrare non è facile, richiede impegno. Con una minoranza collaborativa sarebbe più agevole. Ma anche il buonumore è importante! Una risata ogni tanto ti aiuta.
Sempre disponibili, all’ascolto delle cittadine e dei cittadini, aspettiamo che anche la minoranza, superato il trauma della sconfitta elettorale, voglia parlare con noi.
La lista “In Comune per il Comune” Silvano Pisani Sindaco

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.