Ricerca

» Invia una lettera

La multa vera non è detto sia giusta

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

30 agosto 2011

 Egregio direttore,
con riferimento al racconto del sig. Paolo Pinciroli concernente la multa per una “fantomatica”
sosta vietata a Sesto Calende vorrei dirgli che se in coscienza l’infrazione non l’ha commessa
non è giusto né corretto pagarla. Innanzitutto ha preso visione del verbale redatto sul luogo
dell’infrazione dal vigile accertatore ? (non quello ricevuto a casa). Ha controllato se l’autovettura
indicata (marca, modello e colore) corrisponde alla sua ? Diversamente trattasi di errore di
rilevazione o di trascrizione del numero di targa, oppure di una targa clonata (doppione – falsa), non
è il primo caso. Ed infine credo che possa dimostrare a che titolo la sua autovettura quel giorno
e a quell’ora era posteggiata a Malpensa ! Vi lavora, aveva preso l’aereo o aveva accompagnato
qualcuno ? Acclarate dette prove, consiglio all’interessato di rivolgere al Comando della Polizia
Municipale una “richiesta di riesame in autotutela amministrativa per l’annullamento del verbale di
accertamento dell’infrazione contestata” e, in caso di diniego, può sempre rivolgersi al Giudice di
Pace. Mi auguro un’equanime giustizia.

Martino Pirone, Arcisate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.