Ricerca

» Invia una lettera

La parabola della Lega

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

25 novembre 2008

Caro direttore,
tornare su argomenti già trattati è noioso e rischia di diventare ripetitivo, ma qualche volta occorre farlo per non sentirsi dare del superficiale e del qualunquista, o peggio ancora dell’ingenuo.
Non è che ci sia tanto da minimizzare analizzando la parabola della Lega dal suo esordio ad oggi; io guardo ad alcuni fatti che possono non piacere, ma mi si trovi un solo episodio dove un leghista ha dato anche un solo ceffone a uno straniero rivelando la natura cruenta, xenofoba e razzista di questo Movimento i cui rappresentanti non mi rappresentano , ma che non mi sento di paragonare ai promotori e ai difensori d’ufficio delle, quelle si feroci e sanguinarie, dittature.
Nessuno minimizza nulla, ma alzare continuamente il tono dello scontro da parte di certe forze politiche per esistere non aiuta l’Italia a crescere, non fa bene alle nostre comunità e ha il solo scopo di creare pericolosi eccessi da una parte e dall’altra oltre che una discriminazione che non aiuta a unire, ma serve appunto a dividere.
La Lega al Governo non connota il Paese di caratteristiche da regime; esprime istanze condividibili o meno, ma che non somigliano neppure vagamente ai veri regimi dove appunto ci sono i Lager per chi difende altre idee e ideali. Non è sparita la dialettica democratica, anzi se solo si riuscisse a liberarsi dal fardello dell’appartenenza e dell’ideologia si potrebbe tentare di discutere liberamente nel merito anzicchè nel pre-giudizio, liberando risorse e proposte idonee a un dialogo proficuo e non asfittico come quello della politica attuale che procede per luoghi comuni e senza alcuna intuizione geniale.
La Lega è sulla scena politica da anni, non ha portato granchè di concreto e utile al Paese, ma non ha realmente scalfito la democrazia. Che poi la democrazia in Italia è ferma all’anno zero è un altro discorso e non solo per colpa della Lega; la responsabilità è da ricercarsi nello scarso senso dello Stato dei cittadini perchè lo Stato ieri come oggi, prima e dopo la Lega, ben poco ha fatto per loro.
Se poi vogliamo ad ogni costo inventarci il Ku-Klux-Klan facciamolo pure, ma non lamentiamoci poi di essere quel popolino che siamo dando fiato alla bocca con slogan e demagogia.

Roberta Lattuada

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.