Ricerca

» Invia una lettera

La “piccineria” di certe proposte

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

10 gennaio 2009

Caro direttore,
devo un chiarimento al signor Di Biase o ci porteremo l’equivoco fino alla fine dei nostri giorni.
Non definisco razziste certe proposte della Lega perchè paradossalmente riconosco una “grandezza”, nel male ovviamente, a coloro che razzisti lo furono e lo sono seriamente, tanto da sterminare interi popoli.
Per contro certi atteggiamenti, varie prese di posizione e per ultima la geniale idea di mettere tasse sui permessi di soggiorno sono di una tale bassezza, di una tale piccineria che come si fa a scomodare il termine “razzista” con il carico di odio, orrore e violenza che reca con sè? Sarebbe come se ai senzatetto venisse imposta una tassa sui cartoni dove dormono, si cade nel ridicolo solo a pensarle certe trovate. A me vengono in mente altri aggettivi che non scrivo per rispetto verso i lettori.
Fra l’altro dover discutere di queste baggianate mentre in una parte del mondo un odio cieco, feroce e assurdo sta mietendo vittime come spighe di grano mi sembra un insulto all’intelligenza e alla coscienza.
Quanto all’andare in Chiesa, ci penserà il buon Dio a fulminali sul sagrato. Dio è buono, ma abusare della Sua bontà potrebbe essere pericoloso.

Roberta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.