Ricerca

» Invia una lettera

La Sala Civica negata

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 ottobre 2007

Egregio Direttore,
vorremmo sottoporre alla Sua attenzione l’anomalo comportamento della Giunta di Lonate Pozzolo, che ha negato al nostro gruppo l’uso della Sala Polivalente “Ulisse Bosisio”, richiesta per lo svolgimento delle Primarie per il Partito Democratico la scorsa domenica 14 ottobre.
La motivazione addotta parla di “iniziativa non di tipo culturale e di interesse generale”. E’ curioso notare come non sia di interesse generale un evento che ha visto la partecipazione di oltre 3 milioni di persone in tutta Italia e, nel nostro piccolo, di 186 persone, sicuramente ben di più di quante ne partecipino alle riunioni del Consiglio Comunale!
Inoltre si adduce come ulteriore motivazione il fatto che l’iniziativa fosse “congressuale/elettorale di partito, che prevede inoltre una partecipazione onerosa”. Si può eccepire innanzitutto sulla natura “congressuale” dell’evento, considerato che la partecipazione alle Primarie era libera a qualsiasi cittadino che si riconoscesse nei valori del PD, senza alcun obbligo di tesseramento.
Vorremmo inoltre far notare che il “Regolamento per la concessione all’uso della Sala Civica”, approvato il 25/10/1982, all’art. 2, lett. f), prevede che la Sala Civica sarà concessa in uso “per riunioni riservate a iscritti o simpatizzanti dell’Ente (o Associazione o Gruppo, o Forza sociale o politica) richiedente”. C’è una clausola di priorità per altre finalità, ma la sala ci risulta sia stata vuota per l’intera giornata.
L’ulteriore anomalia è che la Delibera di Giunta non è stata pubblicata insieme alle altre Delibere in pari data nel sito del Comune. Perché non renderla pubblica? Forse perché nessun articolo del regolamento impediva la concessione della Sala?

Nadia Rosa, Comitato per il Partito Democratico – Lonate Pozzolo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.