Ricerca

» Invia una lettera

La sanità e le promesse di Formigoni

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

24 ottobre 2007

Egregio direttore,

leggo la grave lettera del signor Bignone e non posso che solidarizzare con lui.
Tuttavia, proprio perché comprendo la sua amarezza e mi sento umanamente partecipe del suo disagio, non posso non porre alcune domande.
Formigoni, non più tardi di un anno fa, nell’imminenza della campagna elettorale, non aveva promesso che i problemi del Pronto Soccorso, nel nuovo ospedale, sarebbero finiti?
Non aveva promesso che i posti letto sarebbero aumentati?
Non aveva promesso che sarebbero stati assunti nuovi infermieri professionali?
Se la Regione Lombardia, una volta passate le elezioni, preferisce perseguire una politica di accreditamento all’esterno e non ha soldi per realizzare quanto promesso, i risultati per l’utenza non possono che rimanere negativi.
La situazione, purtroppo, è questa. Non bisogna, pertanto, colpevolizzare medici e infermieri del Pronto Soccorso che sono costretti a sacrificarsi oltre il proprio dovere. Per le lamentele è più opportuno rivolgersi al Pirellone.

Marcello Chiriacò

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.