Ricerca

» Invia una lettera

La Signora Roberta ha ragione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

21 novembre 2012

Egregio Direttore, 

concordo pienamente con quanto scrive la Sig.ra ROBERTA nella sua lettera odierna, che mi lusinga col riferimento alla mia di stamattina sull’IDV dell’on. Di Pietro. Anch’io ne fui abbagliato “sulla via di Damasco”, lo ammetto senza reticenze, ma razionalmente lo abbandonai ben presto avendo capito l’indole dell’uomo e la sua voglia di protagonismo. Del resto il Di Pietro allora era ben accetto anche all’on. D’Alema, che lo aveva candidato al Mugello e lo aveva fatto anche ministro. O mi sbaglio? Ed anche per questo mi ero fidato.
Per quanto si riferisce alla dialettica democratica interna di un partito sono d’accordo con lei, purché non si esaurisca in sterili diatribe; più importante in un partito mi sembrano essere le scelte dei candidati alle cariche interne e nelle Istituzioni, che dovrebbero avvenire per merito e godere del sostegno e della approvazione degli iscritti e dei militanti, e successivamente a scadenze prefissate ottenere la conferma da parte degli stessi. Infatti sono convinto che solo se sottoposti al controllo permanente del loro operato i politici potranno restare immuni da tentazioni di facili arricchimenti, corruzione o quant’altro. Ma è anche indispensabile che si elevi il livello culturale della popolazione in generale, perché il voto diventi uno strumento veramente democratico e responsabile e non una semplice “delega in bianco” a questo o quel partito. E la democrazia non si trasformi in “partitocrazia”. Questo dovrebbe essere il compito della Sinistra in generale (in proposito vedi lettera n.262/4/12 “Come dovrebbero riformarsi i partiti”), come pure si dovrebbe pensare ad introdurre alcuni meccanismi di “democrazia diretta” (come i referendum consultivi, nazionali e locali) per rendere più partecipate certe scelte importanti che coinvolgono larghe fasce della popolazione.

Giovanni Dotti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.