Ricerca

» Invia una lettera

La social card e la privacy

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

27 novembre 2008

Caro direttore,

Mi chiedo se i nostri governanti hanno valutato l’aspetto della privatezza (privacy) prima di istituire la “social card”.
Perchè tanta fragorosa sensibilità sulle intercettazioni telefoniche private rese pubbliche e il silenzio ass ordante su questa offensivia trovata che marchierà socialmente oltre un milione di cittadini economicamente deboli?
Non mi solleva la circostanza che simili carte di identificazione siano già in uso in altri paesi europei;anzi, mi infastidisce di più perchè questa Europa dalle radici cristiane dimostra di ignorare il prncipio fondamentale cristiano del rispetto della persona.
Su questo tema non ha nulla da dire il garante dell a privacy e, più ancora, la conferenza episcopale italiana?

Gaetano Nino Cattaneo da Gallarate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.