Ricerca

» Invia una lettera

La social card, meglio di niente

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

27 novembre 2008

Egregio Direttore,
se verrà effettivamente realizzato, l’intervento annunciato a favore dei cittadini con redditi al di sotto della soglia di povertà non sarà irrilevante: 40 euro in più al mese costituiscono comunque una boccata d’ossigeno per tante persone, a partire da quelli che ancora percepiscono una pensione sociale ben inferiore a 400 euro al mese (una cifra molto lontana da quel “milione di lire” che il cavaliere aveva avventatamente promesso parecchi anni or sono).
Ben venga quindi, adesso, questa piccola integrazione: senz’altro meglio di niente.
Quello che a me sembra inaccettabile è invece la modalità di questa elargizione che avverrà tramite un “social card”: la carta di credito dei poveri.
Chi vorrà usufruirne dovrà quindi esibire pubblicamente, al supermercato convenzionato, questo umiliante “attestato di indigenza”.
Ci sarebbero state strade ben più economiche, veloci e razionali per il versamento del contributo da parte dello Stato: poteva essere un semplice sgravio fiscale o un aumento della pensione, per esempio.
Si è invece seguita questa strada più “moderna”: la tessera arriverà a casa, probabilmente prima di Natale, con una letterina di accompagnamento del primo ministro. E poi si dovrà solo sottostare, ogni volta, alla piccola gogna dell’esibizione dell’attestato.
Ricordando, ogni volta, come è stato buono – con i soldi dei contribuenti – il cavaliere.
Ma la carità pelosa lascia sempre l’amaro in bocca.
Un cordiale saluto.

Gallarate

Angelo Bruno Protasoni,

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.