Ricerca

» Invia una lettera

La soluzione alla crisi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

16 agosto 2011

buongiorno a tutti, propongo una soluzione alla crisi:

popolazione italiana 60milioni di abitanti compresi minori e pensionati
debito pubblico 1800 miliardi di euro
debito pro capite 30mila euro
 
Stabilire una percentuale da pagare pro capite per sanare il debito, questo in base in base al reddito certo, vale a dire applicare studi di settore per i lavoratori autonomi, valutare pensioni d’oro,stipendi d’oro,proprietà estere ed in Italia di ogni singolo cittadino.
Fatto questo resettare il paese e per non sbagliare;
a casa tutta questa casta politica, destra, sinistra e centro, a casa i manager raccomandati delle aziende di stato, a casa tutti i presidenti di regione, di provincia e i sindaci delle città con più di 30 mila abitanti, infine a casa tutta la casta dei giornalisti televisivi e della carta stampata servi dei partiti (non me ne voglia direttore….ma non è più tollerabile che io compri repubblica e leggo che siamo falliti, poi compro il giornale e leggo che siamo tutti in vacanza sullo yacht da 50 metri)
restituzione della banca d’Italia come istituto pubblico di proprietà degli italiani, da cui dipendano le banche private e non viceversa come è attualmente,
abolizione del termine di "onorevole" e sostituirlo  in "amministratore pubblico"
rifacimento del codice penale, con  primo articolo pena minima 30 anni di galera per chi intasca tangenti e si fa corrompere (la vera piaga sociale responsabile del debito pubblico, altro che evasione fiscale….) e secondo articolo ergastolo ai lavori forzati per i mafiosi,
istituzione per un periodo della durata di 5 anni di uno stato di polizia, dove l’italiano avrà tutto il tempo di imparare l’educazione civica e il vivere comune rispettando gli altri e le cose d’altri (10 ore settimanali di lezioni di educazione civica nelle scuole a partire dalla prima elementare)
rimpatrio immediato per tutti i cittadini extracomunitari senza reddito,clandestini, pregiudicati e che non abbiano mai lavorato in regola dall’arrivo nel nostro paese,
nomina di un tecnico incensurato e dalla condotta irreprensibile tramite regolari elezioni che permettano di nominare la persona e non il partito (eliminazione della legge ad-porcellum e anche del porcellum, già che ci siamo…) per la costituzione di un parlamento di governo formato da soli 20 rappresentanti, uno per regione,
divieto assoluto di costituire riunioni nelle abitazioni private ed in luoghi che non siano il parlamento od i palazzi di governo, i carbonari sono cose d’altri tempi….
è FANTASCIENZA?
se così non fosse io sarei il primo domani mattina ad andare a fare un prestito per pagare la mia rata anti-fallimento,
ma siccome non sarà così io non darò un centesimo,non mi fido più delle volpi di guardia al pollaio,
cordialmente buon ferragosto a tutti.
 
Emilio De Nunzio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.