Ricerca

» Invia una lettera

Lasciamolo lavorare

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

23 gennaio 2011

E sono ancora qui carissimo direttore e mi rimetto alla sua onestà,
mi chiedo se noi italiani ci rendiamo conto di essere sommersi e indifesi da una valanga di putredine, con la complicità di chi nel marciume ci sguazza!
Ebbene io come italiana mi ribello, tuttavia la mia ribellione rasenta la collera per poi defluire nell’immobilità allibita di chi si rende conto che sta succedendo qualcosa di irreparabile.
In Italia si parla di tutto e del nulla, pertanto affermo che ormai siamo allo sbando, ma di più alla demenza! Ogni giorni ricevo mail da persone che segnalano mancanze o criticano tutti e tutto, mi chiedo se prendiamo atto che il nulla è nulla e i nostri figli non avranno che il nulla da noi e così i nostri nipoti.
Tutto fa notizia, meno i bisogni reali del popolo italiano, e ora vergogna delle vergogne l’argomento che tiene banco sono le avventure e le indecenze affibbiate o vere di Berlusconi, il resto? tutto dimenticato, si coalizzano tutti contro o per lui e il paese si divide ancora una volta su questo nome: questa è la nostra classe politica e dunque ancora una volta mi domando : “ E se Berlusconi andasse sulla luna e sparisse?” Come farebbero i nostri politici a sopravvivere senza colui che unisce i politicanti, gli uni per distruggerlo, gli altri per difenderlo, che pena! la politica è finita nel calderone delle prostitute che si adoperano con dovizia di particolari a descrivere agli occhi attenti degli italiani cosa fa o non fa quel signore di Arcore!
Perfino gli intellettuali appoggiano o meno la magistratura, che indecenza, invece di stapparsi le vesti farisaicamente (mi perdonino i farisei che sicuramente ora pregano più di noi) dunque invece di scandalizzarci, rimbocchiamoci le maniche! E , ma no è troppo difficile lavorare per il bene comune, meglio nuotare nel pantano finché c’è posto e poi qualcuno ci penserà a spartire la melma dalle acque, ma chi lo farà?
Affermo fortemente che la politica è morta e sepolta, non salvo nessuno, anche se tra loro qualcuno di buona volontà sono sicura esita, ma per il bene di tutti Muoia Sansone con tutti i filistei.
Se davvero si ha il coraggio di fare piazza pulita non certo uccidendo, ma con l’arma della democrazia e una nuova classe politica forse incominceremo ad avere dei risultati.
Mi chiedo davvero chi votare, ho il rigetto di facce che ogni giorno si vedono in TV e quello che è peggio e che i pochi che davvero sono uomini di fede e d’onestà ne fanno le spese, impotenti di fronte a tanto limo di vergogna , tuttavia non demordo io credo che i Giovani di buona volontà esistano e a questo punto a loro mi affido, auguro loro di avere la capacità del discernimento di individuare la vera forza della politica in quei pochissimi rimasti e soprattutto di dimenticare un nome che non ripeto che è l’unico modo, pare ora di far politica, ma vi rendete conto?
Pensiamo a qualcosa di meglio e il signor cav. Berlusconi lasciamolo in pace a concludere i suoi eventi e noi cerchiamo di non sentire neppure quelli che usano immodestamente la loro moralità falsa come Giuda, per fare politica, ma quale se non ci sarà più lui contro chi si scaglieranno? Allora forse cadrà la maschera e tutti si vedranno spogliati delle loro parole al vento e qui cascherà l’asino o faranno politica vera oppure sarebbe molto meglio si ritirassero a vita privata, lasciando emergere una classe nuova e genuina senza false moralità, con tanta fede e amore per la patria e il bene comune e non l’acredine che distrugge ogni buon proposito, amate quello che serve per vivere e non il superfluo per arricchire, ma diventati portatori di verità e fede, incominciate a pensare come far del bene e chi salvare dalla palude di questa infame non la chiamo politica è un insulto a chi di questa ha fatto la vita sociale per un popolo, lasciandoci vita e sangue ! Auguro ai giovani di avere coraggio e avanti alla carica: cacciate i mercanti dal tempio.


Graziella Colomba

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.