Ricerca

» Invia una lettera

Lazio autonomo, noi somari

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

19 novembre 2008

Sembra una barzelletta: in Lombardia parlare di statuto speciale è quasi un tabù.Tutti lo vorrebbero, tutti sono affascinati dall’idea, ma poi, da buoni somarelli lavoratori, pragmatici e rinunciatari ci raccontiamo a vicenda che è meglio lasciar perdere perchè tanto non ce lo daranno mai.

A Roma invece, dove le cose sono abituati a prendersele, sono partiti in quarta e, mercoledì il Governatore Marrazzo ha comunicato che occorre un Lazio a statuto speciale che riequilibri i nuovi poteri che il Governo ha appena conferito a Roma Capitale con quelli minori delle altre province laziali.

Che dire? Chapeau ai nostri amici romani… Una riforma federale nata per dare autonomia al Nord, infatti, ha dapprima partorito una Roma Città-Stato che ha fatto piangere di gioia Alemanno e di dolore il bilancio statale (vedi la regalia di 500 milioni annui all’Urbe) e adesso è impugnata dai laziali fuori le Mura per chiedere privilegi simili tramite la specialità statutaria. Un bel gioco di squadra Roma (AN)-Lazio (PD) che ha avuto come calcio d’inizio una dichiarazione di Alemanno luglio: “Prima-disse- facciamo la legge per Roma Capitale e poi lo Statuto Speciale per il Lazio”, poi l’apprezzamento dello stato maggiore del PDL e adesso il rigore tirato da Marrazzo. Se fossimo a Milano si aprirebbero mille penose e impotenti discussioni sul tenore “ma si potrà fare? cosa dice la legge? e la costituzione? e a Roma cosa diranno?” per poi concludere che non si può fare (salvo poi votare chi propone ancor più utopici progetti), a Roma invece si tira dritto.

Alemanno infatti ha detto:”Non c’è nulla che ci impedisca di fare del Lazio una regione autonoma” e Marrazzo ha annunciato che incontrerà il ministro Calderoli per comunicare la volontà della Regione Lazio e del Comune di Roma. I 400 sindaci veneti che sono scesi a Roma per chiedere di poter trattenere in loco almeno il 20% dell’Irpef non sono stati neppure ricevuti, Marrazzo e Alemanno invece si sono già iscritti sull’agenda del ministro lombardo che discuterà con loro di autonomia fiscale. Del Lazio.

Max Ferrari - Fronte Nord, Lombardia autonoma

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.