Ricerca

» Invia una lettera

Le ONG sono al servizio dell’imperialismo occidentale

guardia costiera migranti profughi
Foto varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

4 maggio 2017

Non saremo mai abbastanza grati al procuratore di Catania Carmelo Zuccaro per avere cominciato a scoperchiare quell’autentico vaso di Pandora rappresentato dalle oscure, ma ben protette e finanziate, attività delle ONG nei vari scacchieri di crisi in cui si articola il fronte degli interventi di supporto, più o meno mascherati ma sempre opportunamente mirati, all’azione politica, militare e mediatica svolta dall’imperialismo euro-americano contro i paesi ed i popoli che lottano per difendere ed affermare la propria indipendenza, la propria sovranità e la propria liberazione.

Ricordiamo infatti, il torbido ruolo giocato dalle ONG, quando queste balzarono agli onori della cronaca internazionale per via del sequestro delle due volontarie italiane in Siria. La loro attività di denuncia (i centri di tortura di Assad, i massacri dei governativi ecc.) si rivelò totalmente inattendibile per il semplice motivo che siffatte organizzazioni non sono credibili, e non sono credibili perché sono integralmente al servizio dell’imperialismo occidentale e operano sul piano mediatico come il ‘braccio armato’ della disinformazione e della propaganda di tale imperialismo. Ruolo, quest’ultimo, che secondo le indagini effettuate dal coraggioso magistrato siciliano potrebbe rientrare in un piano più ampio di destabilizzazione dell’economia italiana.

Sennonché quale fiducia si può avere in un governo il cui presidente del consiglio non ha avuto alcuna remora ad incontrare un finanziere, come George Soros, vero e proprio ‘ragno’ noto per le sue attività eversive e provocatorie dovunque siano in gioco gli interessi del grande capitale finanziario e dell’imperialismo occidentale (dall’Ucraina al Vicino Oriente, dai paesi dell’Europa orientale a quelli dell’Asia occidentale)?

Eros Barone

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.