Ricerca

» Invia una lettera

Le tre domande da fare sull’asilo di Gemonio

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

4 ottobre 2007

Egregio Direttore,

unicamente per fare chiarezza, credo di dover replicare a una lettera recentemente apparsa su Varesenews sul tema “Asilo-Scuola Materna di Gemonio” essendo stato personalmente citato, come ex vicesindaco di Gemonio, dal consigliere dell’Ente Morale Sig. Roberto Baratti.

Il consigliere Bariatti anziché approfondire i motivi che hanno generato questa spinosa situazione ha preferito sviare il problema buttandolo in bassa politica, offendendo due genitori che hanno lealmente scritto il loro libero pensiero sulla scuola considerandoli soggetti manipolabili. Voglio fare presente a questo individuo che il rispetto delle persone è un elemento di civiltà che evidentemente non rientra nella sua etica personale.

Ha poi scaricato la responsabilità di questa incresciosa situazione evocando fantasmi del passato, per inciso il sottoscritto, in quanto sfrutterei la situazione negativa venutasi a creare per screditare anche l’Amministrazione comunale. Si è poi barricato dietro il paravento del Parroco che ha stranamente assunto la parte dell’avvocato difensore avallando le decisioni adottate dal Consiglio di Amministrazione, decisioni che fondamentalmente non sono state condivise dalla stragrande maggioranza dei genitori e dall’intero consesso delle insegnanti.

Ricordo che la scuola materna è stata ottimamente diretta ed amministrata fino a un paio di anni fa quando, con l’insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione il neo eletto Presidente nella prima assemblea con i genitori ha tracciato la nuova linea che intendeva perseguire prospettando il taglio del personale e non meglio precisate modifiche all’orario, in particolare per il pre e post asilo.

La situazione conflittuale si è protratta fino all’inizio di questo anno scolastico ed è esplosa nell’assemblea dei genitori del 20 settembre u.s. dove sono emerse le reali motivazioni evidenziate in un documento inviato al Consiglio d’Amministrazione e al Sindaco.
Credo sia ora opportuno lasciar perdere le banali interpretazioni di comodo e sia invece necessario impegnarsi per rimuovere i delicati problemi sul tappeto, chiedendosi:

– Perché si è scatenato un così forte malumore e scontento nella componente “genitori” che, riunitasi in assemblea, ha elaborato e sottoscritto un documento con il quale, un centinaio di loro, ha “sfiduciato” l’intero consiglio di amministrazione?

– Come mai le insegnanti a tempo parziale che hanno avviato regolarmente il loro lavoro all’inizio di questo anno scolastico hanno rassegnato entrambi le dimissioni?(Risponde al vero che queste dimissioni sono state ripetutamente sollecitate verbalmente dal Presidente dell’Ente?);

– Perché, nonostante la segnalazione scritta del corpo insegnanti, non sono state adottate le misure necessarie per mettere in condizione la scuola materna di fornire ancora alle famiglie un servizio di qualità come in passato?

Penso siano queste le domande da non sottovalutare, senza pensare a fantomatiche strumentalizzazioni di parte, perché solo facendo chiarezza, liberi da ogni pregiudizio e adottando i provvedimenti necessari per risolvere i problemi, potremo rilanciare la nostra scuola materna in un clima di armonia consentendo al corpo insegnante di continuare a fornire prestazioni formative e didattiche di qualità.

Non è rimovendo i problemi o alimentando paure che si ottengono risultati positivi, è necessario, a mio avviso, riportare al centro della questione i valori positivi accumulati negli anni insieme alla ricchezza che può sprigionare la diversità di opinioni.

La ringrazio per l’ospitalità e le porgo i migliori saluti.

Guelfo Ravani - ex vicesindaco di Gemonio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.