Ricerca

» Invia una lettera

Lega e arcivescovo di Kabul

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

16 gennaio 2009

Caro direttore,
è curioso, davvero molto curioso vedere la Lega Nord che si erge a paladina del Cristianesimo contro il cardinal Tettamanzi, prontamente ribattezzato “l’arcivescovo di Kabul”. Al di là del fatto che un uomo della statura morale del prelato ambrosiano non si sarà certo intimidito di fronte a quello e ad altri striscioni esposti dai leghisti, non mi tornano i conti. Tettamanzi, grazie a Dio, è uno dei pochi esponenti di spicco della Curia che non ha mai avuto paura di portare avanti il vero messaggio del Vangelo, e non occorre definirsi orgogliasamente un buon cattolico (come hanno prontamente fatto alcuni amministratori padani) per sapere cosa si afferma in quelle pagine: fratellanza, solidarietà, uguaglianza fra gli uomini e fra i popoli. Ora, non mi pare che nessuna di queste parole sia in minima parte sinonimo dell’azione politica della Lega Nord, che negli anni ha tenuto alto il vessillo dell’intolleranza, cercando sempre di trovare il colpevole dei mali del Nord nei vari “diversi”: in principio erano gli odiosi Terùn, poi, con la parlamentarizzazione (meglio: cadreghizzazione) del partito, si è passati ad attaccare gli omosessuali definendoli “culattoni”, quindi i rom e qualunque altro tipo di straniero osasse varcare i sacri confini del Po. Sembrerebbe una cosa quasi ridicola, se non fosse che la Lega ha la responsabilità di governo sia a livello nazionale che, in molte zone, a livello locale. Se i leghisti “governano” (volutamente virgolettato), è perchè evidentemente sono seguiti dal popolo, e non mi voglio permettere di giudicare l’elettorato italiano per le sue scelte. Mi auguro solo che perlomeno la Lega eviti di appropriarsi di titoli che, mi spiace, non le calzano minimamente: perchè sentire i padani classificarsi come gli estremi paladini del Cristianesimo è la cosa più ridicola ed inappropriata che potessero fare. Questa religione avrà innumerevoli ed innegabili difetti, ma perlomeno non ha quello di fare odiose discriminazioni razziali, cosa che invece il partito in questione fa da lunghi anni.
Cordiali saluti

Marco Regazzoni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.