Ricerca

» Invia una lettera

Lettera Aperta sul Comune di Cavaria con Premezzo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

18 dicembre 2009

Inviamo questa lettera aperta perchè desideriamo precisare alcuni punti emersi durante l’ultima seduta del consiglio comunale. Innanzi tutto ci teniamo a sottolineare come siamo decisamente contrari alla scelta operata dal sindaco di indebitare ulteriormente il nostro già martoriato bilancio, con l’accensione di un mutuo per il completamento del nuovo edificio del comune. Troviamo assurdo che i cittadini debbano ancora pagare le spese della male gestione precedente a cui, spiace dirlo, l’attuale sindaco ha partecipato attivamente. Il mutuo ammonta ad una cifra di 1.350.000 euro per un investimento totale di 1.900.000. La cosa che riteniamo grave è che ad oggi non abbiamo alcuna certezza riguardo l’escussione delle fidejussioni che avrebbero dovuto fornire copertura finanziaria alla realizzazione dell’opera. Che garanzie ci sono dunque? Al momento abbiamo solo la certezza che nuovamente verrà scaricata sulle spalle dei cittadini una cifra enorme a debito senza aver dato la possibilità alla cittadinanza di essere informata della reale situazione. Abbiamo chiesto da sempre di indire un assemblea pubblica, richiesta fino ad oggi sempre condivisa solo a parole ma nei fatti puntualmente disattesa. Il vero problema è che il Signor Sindaco probabilmente non vuole trovarsi a dover spiegare ai suoi elettori come sia stata gestita la programmazione dei lavori del nuovo comune dalla passata amministrazione dove egli stesso ricopriva la carica di assessore ai lavori pubblici.
Oggi ci dice di voler correre ai ripari perchè non ci sono i soldi per completare un’opera che Lui stesso a contribuito a progettare. E’ comprensibile che nessuno, tantomeno i diretti interessati, voglia assumersi la responsabilità di questo disastro ma è ancora più assurdo e pericoloso che per nascondere i cocci sotto il tappeto non si sia pensato di meglio che farla pagare ai cittadini. Il nostro Consigliere Daniela Marelli ha abbandonato l’aula proprio per esprimere il totale dissenso per l’operato dell’amministrazione. Come si può pensare anche solo di partecipare ad una votazione dove di fatto si tira il cappio intorno al collo dei propri concittadini con un indebitamento vertiginoso poggiato su delle garanzie finanziarie traballanti e per nulla trasparenti; tanto traballanti che si teme di presentarle in pubblico alla luce del sole! La nostra posizione è chiara, netta e fortemente contraria a ciò che si sta mettendo in atto. Ci piacerebbe d’altra parte che questa nostra presa di posizione sia presentata al pubblico e non minimizzata o addirittura snobbata da coloro che occupandosi di informazione dovrebbero riportare le notizie e gli avvenimenti del consiglio comunale. L’informazione è fondamentale perchè risveglia la coscienza critica delle persone che è il sale della democrazia, ma quando si negano le opportunità di partecipazione e anche le notizie vengono riportate seguendo un taglio precostituito, allora qualcosa nella macchina si inceppa. E’ così che progetti sbagliati e costosissimi vengono messi in atto ed è così che gli enti pubblici corrono verso il commissariamento. Chi paga è sempre il contribuente mentre il cattivo amministratore continua a vendere fumo.

Alessandro Ciuti - Lista Fare Futuro Noi con Voi - PdL

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.