Ricerca

» Invia una lettera

Lingua ufficiale della padania, a breve l’adozione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

30 settembre 2011

Caro direttore,
il Senatur non può che dirsi soddisfatto di come i suoi deputati si siano convinti in tempi celeri della necessità di difendere il ministro Saverio Romano, che la Procura di Palermo chiede di rinviare a giudizio per concorso esterno in associazione di stampo mafioso, e in tal modo abbiano votato.
Per la verità temeva che qualcuno si mostrasse titubante nei confronti di questa posizione, in particolare Maroni, data la quotidiana tiritera con la quale vanta i propri meriti contro la criminalità organizzata. Invece anche lui si è allineato, schierato anzi tra i primi. Perché stavolta non c’era solo da rispondere ai voleri del premier ma anche da saldare un debito contratto con Saverio Romano in persona, ministro dell’agricoltura, sulla questione delle quote latte, quelle quote che agricoltori protetti dalla Lega non rispettano e le cui multe vengono scaricate sul bilancio dello Stato.
Risolti i problemi di cui sopra, ora il Senatur potrà dedicarsi anima e corpo alla padania, rilanciata a furor di popolo nel corso del raduno di Venezia.
Egli dovrà tra l’altro scegliere con urgenza la lingua ufficiale da adottarvi considerando non più tollerabile il fatto per cui, quando un varesotto e un bergamasco si incontrano, per capirsi son costretti a parlare italiano.
Cordiali saluti.

Maria Pellegatta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.