Ricerca

» Invia una lettera

Ma guarda cosa sa fare mio figlio!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 novembre 2012

Caro Direttore,
permettimi di presentarmi: sono un genitore. Da alcuni giorni però non sono un qualsiasi genitore, ma appartengo alla ristretta schiera dei fortunati genitori che hanno avuto il privilegio di vedere uno dei loro figli infilati nel frullatore che tu hai chiamato “Glocal”. Tu certo sai, Caro Direttore, che ci sono cose che si possono capire solo quando si toccano con mano, così non mi ero particolarmente agitato avendo avuto, dalla prole, notizia della partecipazione: “sai papi, siamo una delle redazioni che faranno il Blog di VareseNews!”. Vabbè, ho pensato da vecchio scafato, staremo a vedere che roba è… Ma giovedì sera, al ritorno dal lavoro, ho cominciato a capire; al posto della solita ameba mucillaginosa spalmata sul divano che alza svogliata la manina – “ciao papi”, avevo nel salotto 6 diciottenni, prevalenza femminile, membri di due delle tue “redazioni”, che smanettavano con computers, telefoni, macchine fotografiche. Mi hanno aggredito subito costringendomi a tirar fuori libri della vecchia Varese, immagini ed anche, qui so che stupirò te ed i colleghi genitori alla lettura, chiedendomi cosa ne pensavo o ne sapevo di questo e di quello.
Già, chiedevano a me, consapevoli dell’esistenza di altri umani e vedendomi non già come il solito Bancomat con le gambe, ma come qualcuno in possesso di esperienze e conoscenze utili per loro. Ho cominciato a capire, Caro Direttore, e non ho smesso di capire sino a sabato sera, quando ho voluto esserci, in Camera di Commercio, alla premiazione delle redazioni ed ho visto, con questi miei occhi che credevo fossero avvezzi ormai a tutto, oltre cento giovani che per tre giorni hanno sgambettato per il territorio, intervistando, ascoltando, fotografando, filmando, scrivendo e, nei momenti liberi discutendo tra loro e scrivendo ancora.
Li ho visti entusiasti e concentrati, attenti anche ai, per fortuna pochi, discorsi ufficiali, ho gioito e potrò darne testimonianza negli anni a venire anche ai miei nipotini davanti al caminetto.
Vedi, Caro Direttore, in questi tre giorni gli oltre cento ragazzi e ragazze che hanno rincorso la tua idea di partecipazione hanno assaggiato un modello di relazione diverso, hanno iniziato ad usare consapevolmente strumenti tecnologici che credevano adatti solo per altri scopi, hanno parlato tra loro e con gli adulti, cercato, frugato, ispezionato, hanno insomma, consentimi di dirlo, vissuto intensamente.
So bene, come anche tu lo sai, che non erano prima solo amebe mucillaginose e che non sono dopo diventati dei genii, ma sono certo che li hai toccati nel profondo, che vuoi di più? So che alcuni tuoi colleghi ti hanno accusato di essere autocelebrativo, perdona loro perché non solo non sanno quello che dicono ma, e se vogliamo è anche peggio, non sanno quello che fanno né perché lo fanno. Sono vecchi, e tanto basta per definirli. Autocelebrati pure, per questa volta, te lo meriti, ma da domani giù la testa e torna a lavorare, ora hai una responsabilità ancora maggiore, LORO (i cento giovani virgulti) ti staranno a guardare, con occhi più consapevoli di prima, anche per colpa tua. Se poi, e qui concludo, qualcuno di loro ha un po’ sbavato con l’inchiostro, scrivendo magari qualcosa di fuori tema, o fuori luogo, non ce ne crucciamo troppo. Chi non fa, non falla, e poi noi, alla loro età, ci ricordiamo davvero come eravamo? Io mi ricordo, Caro Direttore, per questo ti ringrazio.
Un Genitore (da oggi con la G maiuscola!)

p.s: non mi firmo per non dare nome al ragazzo, o ragazza, sono stati tutti di gran qualità sullo stesso piano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.