Ricerca

» Invia una lettera

McCain, ufficiale e gentiluomo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

6 novembre 2008

Gentile Direttore,
concordo con quanto ha scritto oggi sull’argomento il Sig. Alberto Gelosia. Il Senatore dell’Arizona, battuto nell’elezione per la Presidenza degli Stati Uniti d’America ha dato a tutto il mondo, in generale, e ai politici italiani in particolare, una lezione di stile sul come ‘sapere perdere’ dimostrando, tra l’altro, come veterano, di essere un “Ufficiale e Gentiluomo”; e io, nell’ascoltare il suo discorso, mi sono persino alzato in piedi davanti al televisore, emozionandomi man mano che egli parlava. Spero che la gente, abbia provveduto o provveda a ‘salvare’ quel discorso sul computer, a futura memoria, come mi auguro che il nuovo Presidente Usa, Barack Obama decida di conferire al Sen. McCain un incarico di prestigio, all’altezza del… prestigio da lui acquisito con il suo nobilissimo discorso di ‘addio’ alla Politica. Possiamo proprio dire che tra lui e la sua (oramai ex) ‘running mate’, Governatore dell’Alaska, Sara Palin, c’è solo ‘una bellissima differenza, tutta a vantaggio di quest’ultima’ (in altri termini ai miei occhi è solo una bella donna e poco altro).
E un’altra cosa meravigliosa che ho notato è stata che, a risultato elettorale acquisito, nei due Quartieri Generali di Phoenix, Arizona (Repubblicani) e di Chicago, Illinois (Democratici), si sono viste solo Bandiere nazionali e non (più) di partito. E io, che (come forse qualcuno sa), quando sento parlare di cosiddetta pseudo-‘padanìa’ dai ‘seguaci delle varie leghe’, che non hanno il concetto di ‘Patria’ e ‘Nazione’, intese come Italia, non posso fare a meno di invidiare il patriottismo degli statunitensi (che dimostrano di essere, loro sì: ‘cani che riconoscono il loro padrone’!).
Grazie e cordiali saluti,

Fortunato Galtieri

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.