Ricerca

» Invia una lettera

Mediaset, fiction diseducativa

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

16 settembre 2006

Siamo un numeroso gruppo di famiglie, provenienti da diverse zone d’ Italia, molto preoccupate per l’avvenire e l’educazione dei nostri figli.
Ci chiediamo come sia possibile che una rete importante come la vostra, abbia avuto il coraggio di mandare in onda in prima serata una trasmissione come “I CESARONI”.
Sin dalle prime battute siamo rimasti veramente sorpresi ( dobbiamo dire anche molto ) per i contenuti altamente diseducativi, colmi di messaggi squallidi , a volte espliciti a volte subliminali, corredati da un frasario culturalmente molto povero…
Vogliamo esprimere la nostra perplessità per quanto riguarda il vostro senso di autocritica, ma sopratutto di responsabilità, che riteniamo essere piuttosto grave.
Il pubblico al quale è rivolta tale trasmissione consiste in milioni di italiani! Per la gran parte formato da genitori che si vedono costretti a cambiare canale, per non cadere nella distruzione di alcuni princìpi fondamentali atti a tracciare una strada solida, possibilmente intelligente,da seguire. Cosa si può fare per l’avvenire di questi poveri figli, continuamente bombardati da messaggi inadatti o addirittura deleteri per la loro sana crescita? Programmi come questo sono spacciati e reclamizzati con il simbolo “faccina verde” che significa “ per tutti”. Già solo questo, per noi, è una pugnalata alle spalle.
Ci siamo affidati a persone che reputano adatte ai nostri ragazzi tali trasmissioni .
Santo cielo… possibile?!
Non ci siamo svegliati soltanto ora, ma forse mai come in questo caso una trasmissione di produzione italiana aveva varcato i limiti della più elementare decenza.
Certo, si può trasmettere tutto….libertà di parola,libertà di opinione,libertà persino di
fare “ zapping!”….
Grazie mille, i problemi reali sorgono quando il genitore si fida della rete che sta guardando (e fortunatamente, non era distratto per qualche motivo)col proprio figlio (faccina verde no!?)….ma fra il sorpreso e lo sgomento si accorge che qualcosa non va e decide di cambiare canale. A questo punto ,forse il messaggio inadatto è già stato assorbito; senz’altro se chi vede è nella delicata età dell’adolescenza…

Ecco..questa riteniamo non sia proprio libertà, bensì un’ orribile schiavitù….
Un genitore non può più scegliere, è costretto a non fidarsi, poiché CHI ha la responsabilità di entrare con audio e immagini nelle case (e quindi nelle vite) non riesce a capire la differenza che intercorre fra qualcosa di costruttivo e qualcosa di distruttivo .
GRAZIE, per il “coscienzioso” aiuto che ci date. Sarebbe bello contare su persone che lavorano seriamente nelle scelte delle trasmissioni,che siano persone responsabili e adatte a questo ruolo.

Crediamo doveroso appellarci al Vs buonsenso più profondo, visto che “ I CESARONI” sono alle prime puntate.
A chi ha dei ragazzi o bambini in casa, o anche chi è soltanto un po’ sensibile alla “bellezza” nelle sue forme più varie, non può passare inosservata la miseria culturale che porta dentro le famiglie un programma simile.
L’Italia è un popolo ricco di risorse artistiche,di intelligenza creativa e di bellezza interiore;
buttare via tanti secoli della nostra storia solo perché non ci si prende le responsabilità dovute…
è un vero sacrilegio.

Genitori preoccupati

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.