Ricerca

» Invia una lettera

Mettiamo i pantaloncini corti a Bersani?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

12 novembre 2012

Caro direttore,
ammesso e assolutamente non concesso che Bersani  "non prenda i voti dei
cattolici" c’è mica da strapparsi i capelli.
Perchè mai in un paese laico, nell’epoca moderna dove la politica è una cosa e
la fede un’altra, o così dovrebbe essere, bisogna raccogliere i voti dei
cattolici?
Stiamo parlando del segretario di un partito o della nomina di un vescovo?
Cos’ha Renzi che  Bersani non ha per convincere ‘sti cattolici? Ha fatto il
chierichetto da bambino?
E i voti degli atei? Chi pensa a loro?
Io mi domando se ragionando in questo modo non siamo proprio noi cittadini a
meritarci i politici che vorremmo disarcionare. Da un po’ di tempo mi sta
venendo il sospetto che siano gli elettori da rottamare e non il bravo e serio
Bersani impegnato in equilibrismi purtroppo necessari in questa disgraziata
epoca politica.
Mi piacerebbe anche sapere cosa ci sia di rivoluzionario e nuovo in Renzi, non
ho ancora capito politicamente parlando la straordinaria novità che
rappresenta.
Ha quel bell’accento fiorentino che lo rende simpatico? Ride sempre? Fare il
sindaco a Firenze è facile, ma l’Italia non è Firenze, credo che a Lucca sia
già un po’ più difficile.
Qualcuno così entusiasta del giovane e scanzonato Renzi mi riassuma la buona
novella e mi spieghi cosa  porterebbe in termini di benessere effettivo per gli
italiani, altrimenti mettiamo i pantaloncini corti a Bersani.

Roberta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.