Ricerca

» Invia una lettera

Ne adotterei uno, mi piacciono tanto

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 gennaio 2010

Gent.mo Direttore,

riporto il mio sconcerto per un servizio in onda sabato scorso in un telegiornale nazionale, non sono in grado di dire di quale rete, era talmente forte quanto andavo sentendo che mi sono messa tutt’orecchi più che puntare lo sguardo. Dopo aver parlato della situazione di Haiti, dove in questi giorni tragedie si sommano a tragedie, e in particolare cresce il numero dei bambini rimasti orfani, venivano intervistate, riguardo alla volontà di adottare(?!!) bambini haitiani, alcune persone sorridenti in giro per strada, qui in Italia, e le loro brevissime risposte erano un rincorrersi di "Sì, ne adotterei uno, mi piacciono tanto…" Sembrava l’opinione sull’acquisto di un cucciolo di animale.

Di fronte a tanta sciagura pensare e proporre l’adozione di bambini, senza tener conto, per esempio, che dopo il terremoto per diversi bambini è ancora possibile, ed è la soluzione migliore, ricostruire reti parentali, zii, nonni e parenti vari, che possono aiutarli a superare il trauma o almeno ridurne gli effetti, o che per nessun motivo è attuabile un’adozione immediata, finisce per nascondere la vera emergenza che è la necessità di dover sopperire subito ai loro bisogni, non ai nostri desideri, ci piacciano o meno. Ritengo che in questo momento la cosa più sensata sia interrogarsi sul come aiutarli soprattutto economicamente.
In quel "Ne adotterei uno, mi piacciono tanto" c’è troppo, stereotipi sull’adozione e sugli Altri, faciloneria e, a mio parere, cattivo giornalismo. O no?
Ho trovato davvero pessime quelle interviste e ancor peggio la loro messa in onda, un coltivar stereotipi che di questi tempi sembra di moda da tante parti.

Conto che nel paese dei Lettori siamo tutti per l’aiuto concreto e fattivo subito agli abitanti di Haiti. Nei modi più praticabili per ognuno di noi.

Un caro saluto.

Lena Bandi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.