Ricerca

» Invia una lettera

Nel PD decide la base

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 ottobre 2007

Egregio direttore,

è doverosa una risposta al signor Carlo.
Vede signor Carlo, per parlare di qualcosa, bisogna conoscerla a fondo, altrimenti si rischia di fare una brutta figura. Io ho attivamente partecipato alla scelta dei candidati del PD del mio collegio perché ho partecipato alle apposite assemblee di collegio, ampiamente pubblicizzate, che si sono tenute nei mesi di agosto e settembre.
In tali assemblee chiunque ha potuto liberamente avanzare la propria candidatura. Le liste, dunque, non erano affatto “preconfezionate” dai piani alti ma costruite in base alle disponibilità emerse nelle affollate assemblee di collegio. Nessun nominativo è stato “imposto” ma condiviso dai numerosi partecipanti a tali assemblee.
Capisco che questo metodo innovativo strida con le candidature, queste sì imposte da Gemonio e da Arcore, che a novembre saranno ratificate dai Congressi di Forza Italia e Lega. Vede signor Carlo, il PD nasce dal basso, dalla partecipazione popolare. Per fondare il nuovo partito noi non siamo andati, come qualcun altro, davanti al notaio.
Quanto al contributo di un euro, si rassicuri! Personalmente ne ho versati volentieri cinque perché credo che la nascita del PD contribuirà a svecchiare l’ingessato sistema politico italiano.

Marcello Chiriacò

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.