Ricerca

» Invia una lettera

Nessun risentimento personale…

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

6 maggio 2013

Gentile Direttore,

mi dispiace intervenire nuovamente ma, poiché sono stato accusato di avere “risentimenti personali” con il consigliere regionale Alfieri, occorre un ulteriore approfondimento da parte mia.

Ora al sig. Di Biase va precisato che non ho alcun motivo di risentimento con Alfieri ( non faccio ,né facevo parte della sua corrente, non ho chiesto nulla, non ho avuto promesse successivamente mancate, ecc…) anzi dopo anni di intenso impegno nell’ambito della federazione ho espresso nei fatti il mio disinteresse personale ( in questo abbondantemente accontentato dalla attuale segreteria provinciale , che non mi pare di stretta osservanza “renziana” ).

Dopo aver letto sulla stampa nazionale alcuni estratti delle dichiarazioni del consigliere regionale ho avuto una reazione di indignazione.

Certo il governo attuale nasce da un evidente stato di necessità ma, ricordo, nasce con le stigmate di:

1)      Impegno mancato sulla scorta delle promesse elettorali (..mai con Berlusconi)

2)      Tradimento di molti eletti del PD (non so come definire altrimenti il percorso che ha condotto alla mancata elezione di Prodi)

3)      Codardia dei 101 ( Cesare almeno è stato pugnalato a viso aperto..)

Tutto ciò è stato giudicato in sostanza  un male minore

Questi sono fatti e non preconcetti, così come sono fatti:

4)      essere stato Alfieri esponente provinciale di Letta

5)      essere stato Alfieri esponente della Democrazia Cristiana a Varese

è forse indicatore di astio ricordarlo?

E’ forse astio ricordare il comportamento dei rottamatori nelle ultime concitate ore precedenti la fine della segreteria Bersani? ( vedi le dichiarazioni di Civati, mai smentite)

E’ forse astio ricordare che il dibattito e la partecipazione hanno sempre fatto parte del dna del PD?

Parliamo di idee? Bene. Allora cosa diciamo della intenzione di Renzi ed accoliti per trasformare il PD in un “new labour” ad ispirazione blairiana? E’ questo il vero riformismo?

Intanto, fuori, la gente è disperata e qualcuno offre un bicchiere “mezzo pieno”.

Grazie per lo spazio che mi è stato riservato e cordiali saluti

Mario Vergano

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.