Varese News

Lettere al direttore

Ricerca

» Invia una lettera

Neve: bene le strade, meno i marciapiedi

Nelle valli sotto la neve
Nelle valli sotto la neve
11 gennaio 2017

Egregio Direttore,
oggi mi sono messa in viaggio da Induno Olona verso Varese per recarmi come ogni giorno in ufficio.
Le strade le ho trovate pulite, per fortuna…considerato che stavolta i vari Comuni si sono messi all’opera con gli sprargi sale gettati in gran quantità.
Purtroppo però ci si trova a fare i conti con i marciapiedi, che, con questa spruzzata di neve e le temperature sotto zero li ha resi delle lastre di ghiaccio.
Ho voluto guardare dappertutto durante il mio tragitto; Induno, viale Valganna, Biumo, via Dandolo, Tribunale e molti marciapiedi del centro tutti nelle stesse condizioni. Perchè? Chi ci deve pensare?
Possibile che i pedoni debbano sempre essere considerati di serie B?
Quale può essere la soluzione migliore per non incorrere tutti gli anni in questi disagi?
Le varie amministrazioni comunali potrebbero chiedere a volontari di ogni paese e città, oppure chiedere alle società appaltatrici che lo fanno sulle strade di poterlo fare anche sui marciapiedi per i poveri pedoni…
Insomma! Possibile che nel 2017 siamo messi così male?
i miei ricordi di bambina mi rammentano quanto era tutto più semplice ed efficace quanto ogni singolo cittadino puliva il suo perimetro esterno, o quando gli “stradini” a piedi passavano a mettere il sale sui cari marciapiedi…
Come si dice…si stava meglio quando si stava peggio! Sempre che qualcuno lo consideri “meglio”.
Cordiali saluti

Un pedone

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Cara signora, non si può pensare che in ogni comune si arruoli un esercito di spalatori per pulire a specchio ogni singolo marciapiede anche quelli delle zone limitrofe (come nella foto).
    A parte il costo assolutamente folle in quanto ogni persona andrebbe quantomeno pagata un minimo mi chiedo quale sia la utilità.
    Si è data una risposta da sola. Il senso civico di ognuno dovrebbe prevalere. Ogni cittadino dovrebbe quantomeno tenere pulito davanti alla propria casa. In un condominio ci si dovrebbe organizzare per tenere pulito a turni.
    Ma purtroppo il senso civico negli italiani è ridotto al lumicino. Molto meglio blaterare senza muovere un muscolo. Il dovere lo lasciamo sempre a qualcun altro.

  2. spike
    Scritto da spike

    buon giorno vorrei rispondere non a chi ha scritto l’articolo ma a felice che lo ha commentato sono d’accordo con quello che dice ma è fin troppo facile tirare sempre in ballo il senso civico delle persone anche perche davanti o all’interno del tuo condominio o della tua casetta non viene certo il comune a toglierti la neve o il ghiaccio anzi quando passa lo spazzaneve la neve te l’ammucchia davanti al cancello e sei tu che te la devi togliere ma provvedere alla sicurezza di marciapiedi o piste ciclo pedonali dovrebbe essere compito delle istituzioni o sbaglio qualcosa non dimentichiamoci inoltre che si pagano tasse che dovrebbero servire anche a coprire questi costi per cui ognuno deve fare la propia parte sia i cittadini ma sopratutto le amministrazioni che non dimentichiamoci sono state elette e sono li per amministrare tutelare e rendere migliori le zone dove viviamo