Ricerca

» Invia una lettera

Neve: “Varese si vergogni”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

18 dicembre 2009

Gentile Direttore,

da qualche anno a questa parte quanto si verifica a Varese durante le nevicate ha dell’incredibile e del vergognoso. Credo che una città che si reputa importante crocevia di quel Nord Italia spesso portato ad esempio per i suoi servizi non possa permettersi tali cadute.

Purtroppo vediamo giornalmente gli sprechi e i disservizi regalatici dai nostri Amministratori, ma quando c’è di mezzo non solo il danaro pubblico, ma anche e soprattutto la salute e la sicurezza dei cittadini non si può più transigere.

Non è possibile che ai primi fiocchi di neve una città a ridosso delle Alpi si paralizzi.

Come mai?! La risposta per quanto sconcertante è purtroppo semplice: non c’è sale o sabbia sulle strade. Più o meno parafrasando la storia è questa: l’uomo sa da secoli che il sale scioglie la neve, ma a Varese amiamo dimenticarcene.

Certo, diamo atto ai nostri Amministratori che la lontananza dal mare potrebbe creare qualche problema per trasportare il prezioso elemento.

C’è poco da ridere, comunque: questa sera abbiamo potuto constatare, per l’ennesima volta, che nel momento del bisogno non si è visto neanche un mezzo spargisale: nel momento in cui scrivo nevica da circa 4 ore e ancora non ci sono mezzi circolanti.

Queste cose non sono ammissibili!!

Tanto più per il fatto che questa perturbazione era stata ampiamente annunciata dai servizi meteorologici e quindi si poteva provvedere in anticipo evitando in gran parte i disagi.

Siamo esasperati dal fatto che qui si continui a pensare ai giochi, alle cose futili, alla Notte Bianca e ad Eurochocolate e poi non si risolvano i problemi che in una città normale sono la basilare routine!!

In più in casi come questi entra in gioco anche la sicurezza dei cittadini: siamo d’accordo sul fatto che tante persone violino le fondamentali norme e il buon senso più elementare tentando di utilizzare l’auto in queste condizioni senza le gomme da neve o le catene. E’ vero anche, però, che chi gestisce la “cosa pubblica” deve garantire il servizio e la sicurezza.

Dove sono i mezzi preposti al servizio in queste situazioni?!

Dove sono i nostri Amministratori?!

Che modo è, questo, di gestire il bene comune?!

Adesso è ora che queste situazioni finiscano: io, come cittadino, chiedo attraverso questa lettera che gli Amministratori varesini rispondano di questa situazione e diano spiegazioni sul perché non sono in grado di risolverla! Lo pretendiamo, ora più che mai, perché ci sentiamo davvero presi in giro!!!

E, per favore: nel caso qualcuno rispondesse non provi a "rimbalzare" il problema a chi deve effettivamente spargere il sale sulle strade e non lo fa. Questa scusa l’abbiamo già digerita gli scorsi anni: se esistevano davvero questi problemi era compito di chi deve vigilare sui servizi provvedere alla rimozione di chi non esegue il proprio lavoro.

Ora è tardi. Troppo tardi. E noi siamo stufi!

Cordialmente,

Fabio Marcellini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.