Ricerca

» Invia una lettera

Non accetterei mai di rinunciare alla mia libertà di espressione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

26 agosto 2011

Egregio Direttore,
che il sistema del trattamento ai parlamentari e il vitalizio siano da riformare è più che giusto e si sarebbe dovuto provvedere da tempo. Comunque, condivido le proposte di legge che sono state presentate le quali prevedono la riduzione del 50% del numero dei componenti le Camere, la riforma della funzione del Senato, una equiparazione delle indennità a quelle, mediamente, adottate dai paesi Europei e la trasformazione del vitalizio in un normale trattamento pensionistico INPS.
Per coloro che già usufruiscono del vitalizio, come il sottoscritto, l’unica possibilità, a mio parere, è quella di ricorrere alla Corte Costituzionale affinchè si esprima sulla sua legittimità o meno.
Ciò che è certo, però, è che non accetterei mai di rinunciare alla mia libertà di espressione, come sembra essere, invece, l’idea del dott. Mattia Colombo, esposta su “La Prealpina” del 21 agosto scorso.
Egli, dopo avere “zittito” l’ex senatrice Maria Pellegatta, rea di esprimere le proprie opinioni, scrive che “vi sono altri ex deputati e senatori varesini, circa una ventina, che percepiscono vitalizi molto cospicui, ma almeno se ne stanno “schisci”, che vuol dire, per chi non lo sa, “stare zitti”.
Vorrei informare il dott. Colombo che io non sono una ”assidua firma” delle “lettere al direttore”, ma non ho mai mancato, nel tempo, di esprimere le mie opinioni sulla rubrica de “La Prealpina” e su altri giornali quando l’ho ritenuto opportuno e continuerò a farlo. La libertà di espressione per me è la vita e ritengo lo sia per ogni cittadino che ama la libertà e la democrazia.
Non so se il dott. Colombo si sia reso conto delle enormità espresse con la sua opinione. 

 
Claudio Donelli – ex Parlamentare del PCI

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.