Ricerca

» Invia una lettera

Non ci sono più stupri, ubriachi al volante, rapine in villa?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

11 aprile 2009

Egregio Direttore,

chiedo a lei e a tutti i frequentatori della nostra Comunità una riflessione su ruolo e responsabilità dei mezzi di informazione in questi ultimi anni nello  spazio dato a episodi, anche gravi, di cronaca nera.
Da tempo non passava giorno, o al massimo una settimana, che in Italia si  registrava uno stupro, un incidente stradale con un ubriaco al volante, una  rapina in villa. Da una settimana, giustamente, le pagine dei giornali e dei telegiornali  sono monopolizzate dalle cronache provenienti dall’Abruzzo, mentre non si hanno  notizie di stupri, ubriachi al volante, rapine in villa. La domanda-riflessione
è la seguente: tutti questi fatti non accadono più? Oppure è la stampa che dà  giustamente precedenza al terremoto? Una via mediana, cioè tra l’urlo e il silenzio, non sarebbe sempre la strada giusta ?

Carlo Fassuni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.