Ricerca

» Invia una lettera

Non scomodiamo Galileo ma…

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

9 aprile 2009

caro direttore,
non scomodiamo Galileo, ma nemmeno mortifichiamo la logica e la storia della scienza.
Galieo fu certo un grande teorico e l’inventore di un nuovo metodo scientifico. Ma fu anche, semplicemente, un grande osservatore.
In questo anno galileiano 2009 non celebriamo infatti una nuova teroria astronomica, già elaborata da Copernico, ma la felice intuizione del pisano di puntare il cannocchiale verso il cielo, per scoprire cose nuove e mai viste. Così osservò i satelliti di Giove, le macchie solari, i crateri lunari e tante cose semplicemente inammissibili per la teoria aristoleica, che pretendeva il cielo essere luogo delle perfezione e della immitabilità, al contrario della terra, luogo della imperfezione e del cambiamento.

Dunque, invece di deridere chi, alla ricerca di indizi per decifrare il mistero dei terremoti, ha provato a osservare nuovi dati e seguire tracce inesplorate, si potrebbe dire semplicemente, come fanno gli scienziati: non ne sappiamo abbastanza, vediamo anche questi dati, studiamoli.
E lasciamo che i tribunali si occupino dei delitti veri.

Se poi si scoprisse che il povero sconosciuto ricercatore era in cerca anche di un po’ di pubblicità non facciamone un grande scandalo: ben altre imbarazzanti comparsate ad uso delle TV, con originale copricapo e senza, abbiamo dovuto vedere in questi giorni.

saluti cordiali

Ismaele

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.