Ricerca

» Invia una lettera

Odissea a Malpensa: eccessivo perchè esasperato

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

26 dicembre 2009

 Egregio Direttore,
 
innanzitutto la ringrazio per aver dato spazio alle mie lettere nella sua rubrica, e mi scuso con Lei per aver pensato che non fossero state pubblicate, la colpa è solo mia che non ho saputo trovarle nel sito.
Ho letto tutti i commenti alla mia lettera e accetto tutte le critiche che mi sono piovute addosso, capisco che certi commenti negativi me li sono cercati con le mie parole, evidentemente troppo forti e, riconosco, esagerate.
Non sono riuscito a far capire il mio reale pensiero, e me ne assumo la responsabilità. Non volevo contestare il fatto che lunedì 21 l’aeroporto venisse chiuso per la neve, ovviamente non si vuole accusare nessuno per le condizioni meteo!
La mia contestazione riguarda la totale mancata assistenza ai passeggeri, tutto qui. Vi sembra normale lasciare centinaia di persone senza assistenza e senza informazione per tutto quel tempo? Vi sembra normale lasciare famiglie intere con bambini (non solo la mia, non voglio assolutamente fare la vittima) senza un minimo di attenzione per le loro esigenze?
Nessuno pretende l’impossibile, solo un minimo di aiuto per gestire l’emergenza. E comunque, escludendo lunedì 21 dove ovviamente era impossibile partire, nessuno ci ha dato spiegazioni mercoledì 23, voli easyjet cancellati, non tutti però, mentre le altre compagnie decollavano quasi regolarmente. Immaginate di trascorrere altre 7 ore in aeroporto con bambini piccoli, dopo l’esperienza del lunedì 21, dopo aver fatto una nuova coda interminabile al check-in, vedersi annullato il volo per la seconda volta senza spigazioni (il meteo questa volta non c’entra nulla, gli altri voli partivano regolarmente, e la stessa easyjet faceva partire alcuni voli). Se alcuni dei lettori che mi hanno accusato di vittimismo ritengono che sia giusto così, allora spero per loro che possano vivere la mia stessa esperienza, e poi ne riparleremo.
Accetto invece le altre critiche che sicuramente merito per le mie parole esagerate sul fatto di vergognarmi di essere italiano. Non è questo il mio pensiero, sono fiero di essere italiano e lo sarò sempre. Se ho scritto certe cose è perchè in quel momento ero veramente esasperato. Ma le critiche sono giuste e non posso fare altro che prenderne atto.
Mi scuso soprattutto con il personale Easyjet, SEA Malpensa e Polizia di Stato perchè capisco che i responsabili non sono loro, poche persone lasciate a gestire un aeroporto intero con centinaia di persone imbufalite. I veri responsabili sono i vertici che dovrebbero organizzare un servizio pubblico in modo sicuramente diverso.
Grazie a tutti per aver partecipato a questo dibattito, e grazie a Lei Direttore per aver dato spazio a noi lettori nella sua prestigiosa rubrica.
A Lei e a tutti i lettori auguro Buone Feste!
 
 
Marco Castelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.