Ricerca

» Invia una lettera

Parcheggi in università, un disastro

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

29 ottobre 2007

Gentile redazione,
credo di non essere il primo e non penso di essere nemmeno l’ultimo a lamentarsi per la situazione parcheggi/strada presso la sede di Bizzozero dell’Università dell’Insubria.
Da quest’anno, come sapete, sono state trasferite tutte le facoltà presenti a Varese (tranne Giurisprudenza, che è rimasta in via Ravasi, e Scienze Motorie) presso le Aule Seppilli e presso il nuovo Padiglione Morselli.

Aspetti positivi senza dubbio: vita di ateneo, si puo socializzare anche con persone di altre facoltà, mentre fino allo scorso anno accademico la facoltà di Medicina e le lauree triennali, le uniche presenti a Bizzozero erano, per così dire, “isolate” rispetto a tutte le altre.

Gli aspetti negativi, tuttavia, sono a mio avviso abbastanza spiacevoli: Primo fra tutti il problema del parcheggio, soprattutto negli orari “di punta” (10.00 – 11.00) non ci sono abbastanza posti per tutti. Vero, si potrebbe venire in più persone con una sola automobile, ma in molti casi non è possibile, causa differenze di orari/impegni/altro. Si può parcheggiare nella strada sterrata retrostante il Padiglione Morselli, gli studienti sono stati invitati a parcheggiare due automobili nello spazio compreso tra gli alberi presenti su quella strada, per permettere a piu persone di trovare posto… Penso
sarebbe una cosa fattibile se fossimo tutti provvisti di Smart, o di automobili monoposto, anche perchè nella maggiorparte dei casi non si riesce a parcheggiare due normali utilitarie una di fianco all’altra ( a meno di
rischiare danni alla carrozzeria dovute alle sportellate dei “coinquilini” in quella sorta di loculo che si viene a creare). Per trovare posto bisogna arrivare verso le 9 del mattino, e sfortunatamente non tutte le lezioni iniziano alle 9.00 ( nel mio caso alcuni giorni si inizia alle 11.00)
Anche i parcheggi della facoltà di Economia in via monte generoso spesso non sono sufficienti a tutte le automobili che giungono lì, e questo porta a numerosi episodi di ; è già successo che i gestori
della centrale il cui ingresso è sulla strada sterrata abbiano chiamato i vigili per far rimuovere alcune automobili, e quotidianamente sono presenti delle ronde della Polizia Municipale.

Problema parcheggio a parte, leggevo su questo sito che dovevano essere approntati lavori di asfaltatura della strada sterrata in questione, lavori che sfortunatamente non sono stati fatti. Saranno effettuati? Se si non prima dell’estate prossima presumo… e la strada è in condizioni PESSIME in alcuni tratti.. tanto che sono frequenti episodi di foratura di pneumatici a causa di sassi più o meno acuminati, addirittura anche a causa di spuntoni di ferro emergenti dal terreno con frammenti di coccio tutti intorno.
Mi chiedo se sarebbe troppo dispendioso almeno riempire le buche che si vengono a formare, dato che quando piove, oltre a tutti i sopracitati disagi, la strada diventa un acquitrino e se non si sta attenti si rischia di finire a mollo in qualche pozzanghera o di scivolare sul fango.

Ci sarebbero molti altre cose di cui parlare, ma per ora mi limito a questo. Grazie mille per l’attenzione

Un esasperato studente di Medicina

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.