Ricerca

» Invia una lettera

Pasin: “Il consiglio sta per votare un piano con aziende fantasma”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

20 dicembre 2013

Egregio direttore,
il Consiglio Comunale di Somma Lombardo è chiamato ad approvare il Piano di Emergenza Comunale. Con questo documento la città si dota di uno strumento che delinea le linee guida di comportamento per eventuali incidenti rilevanti sul nostro territorio.
Nel leggerlo attentamente ho avuto modo di verificare alcuni errori che non sono stati corretti prima di essere portati in Consiglio.
Il più clamoroso risulta essere l’analisi delle aziende presenti sul territorio: nella carta allegata sembra che ancora esistano e siano in funzione alcune aziende che ormai da anni hanno abbandonato la loro attività, per lo meno in questi sedimi.

La fonderia Iametti di via Marconi, l’ex Buratti di via Briante e soprattutto l’ex Lanificio di Somma di via Sfondrati dismesso dal 1975 così come riportato anche dal documento della Provincia di Varese sullo studio delle aree dismesse  (http://cartografia.provincia.va.it/AREE_DISMESSE/pdf/Schede_aree_dismesse.pdf).

O è una ipotesi speranzosa di un futuro di nuovi insediamenti produttivi, oppure è la solita mancanza di attenzione nei documenti che vengono presentati in Consiglio Comunale.
Cari Assessori, caro Sindaco, a quando dei documenti senza errori così marchiani in Consiglio?
Cari Consiglieri di maggioranza, quando smetterete di accettare di votare cose così "grezze"?

Jimmi Pasin

Jimmi Pasin

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.