Ricerca

» Invia una lettera

Perché il giudice non lo rinchiude?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

4 novembre 2008

Egregio Direttore,

la presente per esprimere il più totale disgusto per la magistratura.
Abbiamo avuto modo di leggere noi tutti che il Sig. Ignazio D’Albano è tutt’ora in cella per aver dato fuoco all’auto del sindaco Farioli.
Premetto che trovo il gesto di cui Sig.D’Albano si è reso responsabile, alquanto deprecabile. Vorrei comunque far presente che si è trattato di un gesto violento contro un oggetto e non contro una persona.

No, non sono impazzito e tantomeno voglio prendere le difese del Sig.D’ Albano, il disgusto prende il sopravvento quando leggo l’articolo dal titolo “«Io dormo qui», entra in casa e lo aggredisce con la mazza”.
Ancora una volta il marocchino A.R., di cui non si capisce perchè si mantiene l’anonimato pubblicando solo le iniziali del nome, si rende responsabile dell’ennesimo gesto di violenza.
Dopo una serie di reati che spaziano dall’aggressione, alla denuncia per ubriachezza, alla violazione del codice della strada ed a una rapina compiuta pochi giorni fa, apprendo oggi che il personaggio è tutt’ora in libertà e continua liberamente a compiere reati in successione.

Mi chiedo e le chiedo, com’è possibile tutto ciò?
Perchè questo signore entra ed esce dal carcere e nessun magistrato si prende la briga di rinchiuderlo?

Paolo76

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.